Diocesi / La Veglia di tutti i Santi quest’anno a Santa Venerina

Anche quest’anno torna in Diocesi la Veglia di tutti i Santi, preparata dal Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile per i giovani che desiderano riunirsi a pregare insieme la notte che precede il primo novembre.
A chi si chiede perchè vegliare questa notte arriva la più semplice delle risposte. Per noi cristiani la santità  è qualcosa a cui ambire quanto lo scopo finale del nostro cammino. Questa veglia diventa quindi opportunità per mettere in gioco le nostre paure e le nostre fragilità e farci condurre alla verità più semplice. La santità è una questione di cuore, è infatti nel suo silenzio che si raccoglie una testimonianza viva di amore per i fratelli.

Pregare alla scuola dei santi è quindi mettere nelle mani del Signore il nostro desiderio di essere piccoli per imparare ad essere ad altezza di Santità. Ed è qualcosa a cui tutti possiamo e dobbiamo imparare ad aspirare.

Una foto d’archivio della veglia di tutti i Santi del 2019

L’evento è rivolto alle varie realtà parrocchiali ma anche associative, oratoriali sportive e laiche. Per la Diocesi di Acireale è uno dei momenti cardine per la preghiera dei giovani che da anni prendono parte alla Veglia.

La Veglia di tutti i Santi quest’anno a Santa Venerina

Una veglia giovane e dinamica che non si lega ad una parrocchia di riferimento ma che di anno in anno si fa presente nelle varie realtà del territorio. Quest’anno prenderà forma presso la chiesa “Sacro Cuore di Gesù” in Santa Venerina a partire dalle ore 20. Qui vivremo un momento di riflessione per i giovani. E saremo accompagnati dai canti della band del Servizio di Pastorale Giovanile e dalla preghiera guidata dal vescovo Antonino Raspanti
Ed è proprio a lui che rivolgeremo gli auguri per il decimo anniversario della sua ordinazione episcopale, cogliendo la possibilità di avere i suoi giovani presenti. Giovani che  vogliono manifestare il sentimento di gratitudine per la Grazia della chiamata al servizio del Vescovo Antonino.

Quest’anno, inoltre, la Veglia precede un altro momento importante per le realtà giovanili di tutto il mondo: il 21 novembre si celebra la Giornata Mondiale Diocesana dei Giovani che per volontà di Papa Francesco, infatti, non sarà più celebrata nella Domenica delle Palme ma nella solennità di  Cristo Re dell’universo.
Non ci resta allora che rinnovare l’invito alla partecipazione. Ricordando che per entrare in Chiesa non è richiesto il green pass. Ma sarà comunque previsto il rispetto di tutte le norme per il contrasto del Covid-19.

Chiara Costanzo
Membro dell’equipe del servizio di pastorale giovanile

Print Friendly, PDF & Email