Economia / Dieci gli oli della Sicilia finalisti al Premio Olivario

0
42

Le dieci etichette siciliane ad aver superato le selezioni regionali ed a concorrere per il premio nazionale Ercole Olivario rappresentando la Sicilia sono l’Olio e.v.o. “Ogghiu” dell’Azienda Agricola Sanacore, l’olio e.v.o. “Nocellara” e il monocultivar “Primo Dop Monti Iblei Gulfi” entrambe della Frantoi Cutrera srl, l’olio e.v.o. Agrestis Nettaribleo Dop Monti Iblei biologico monocultivar della Agrestis Società Cooperativa Agricola, l’olio e.v.o.Il Primizio” Igp Sicilia biologico, monocultivar della Tenuta Chiaramonte Società Agricola Srl, l’olio e.v.o.Titone” Dop Valli Trapanesi biologico dell’Azienda Agricola Biologica Titone, l’olio e.v.o.Terraliva – Cherubino Igp Sicilia” biologico, monocultivar dell’Azienda Terraliva Di Frontino Giuseppina, l’olio e.v.o. Frantoio Galioto Dop Monti Iblei monocultivar del Frantoio Galioto di Fisicaro Sebastiana, l’olio e.v.o. Giari’ Dop Valli Trapanesi Biologico dell’Azienda Agricola Xiggiari, l’olio e.v.o. Letizia – Dop Monti Iblei monocultivar dell’Azienda Rollo.

Il tempio di Ercole Olivario a Roma, la cui elaborazione grafica è il logo del Premio

Il concorso – si legge in una nota informativa del Premio – ha infatti un disciplinare molto rigido, che da questa edizione, ha dato la possibilità di entrare in finale, soltanto a coloro che hanno ricevuto un punteggio pari o superiore a 70/100 alle selezioni regionali.
È iniziato il 20 aprile il viaggio virtuale in Italia, attraverso le regioni ad alta vocazione olivicola dell’Ercole Olivario; dalla 64° alla 73° tappa l’Ercole è passato per la Sicilia:

A Trapani la #finalistaercoleolivario2020 è l’Azienda Agricola Sanacore. L’azienda agricola è guidata da oltre 30 anni da Francesco Sanacore, dispone di 150 ettari di oliveto ed offre anche un servizio di ospitalità e ristorazione esclusivo all’interno di uno dei più antichi bagli della provincia e la cui gestione è affidati ai figli. L’Olio e.v.o. finalista è “Ogghiu” le cui cultivar sono cerasuola, biancolilla e nocellara. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia online Agriturismo Sanacore, www.sanacore.it.

Restando a Trapani l’altra azienda #finalistaercoleolivario2020 è l’Agricola Biologica Titone. La famiglia Titone ha avuto sempre particolare attenzione per la salute dell’uomo, non a caso sono farmacisti da generazioni, con una passione per l’agricoltura e l’olivicoltura in particolare.
Dal 1936, in un lembo di terra tra Trapani e Marsala, con Erice alle spalle, Mothia l’antica e le Egadi di fronte, la famiglia Titone produce un olio di qualità, buono e naturale. L’azienda è stata una delle prime in Sicilia a convertirsi all’agricoltura biologica. Dal 1992 tutte le fasi della lavorazione sono controllate e certificate. La famiglia Titone è riuscita a creare un olio che ha dentro i profumi millenari di questa parte di Sicilia, ottenendo riconoscimenti in tutto il mondo. L’olio e.v.o. finalista èTitone” Dop Valli Trapanesi biologico, le cui cultivar sono nocellara del Belice e cerasuola. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia online Titone Olio Biologicowww.titone.it.

A Chiaramonte Gulfi (RG) soprannominato “il balcone di Sicilia” l’azienda #finalistaercoleolivario2020 è Frantoi Cutrera srl.
Da diverse generazioni la famiglia Cutrera si dedica alla coltivazione degli ulivi e alla produzione di olio extra vergine di oliva, una professione portata avanti per decenni con la passione e l’amore che lega questa famiglia alla sua terra.
Dal 2000, la Cutrera è gestita da tre figli, Maria, Giusy e Salvatore con i loro coniugi e da qualche anno anche la terza generazione sta cominciando a unirsi alla gestione dell’azienda di famiglia. Guardare avanti al futuro, non dimenticando mai il passato, un buon mix tra tradizione e innovazione, questa à la missione che ha permesso alla famiglia di raggiungere gli importanti risultati conseguiti. Due gli oli finalisti: l’olio e.v.o. “Nocellara” monocultivar di sola nocellara e il monocultivar “Primo Dop Monti Iblei Gulfi” di sola oliva tonda iblea. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia ordinandoli online Frantoi Cutrera, www.frantoicutrera.it.

A Buccheri (SR) l’azienda #finalistaercoleolivario2020 è Agrestis Società Cooperativa Agricola. L’azienda nasce a Buccheri, un piccolo paese dell’entroterra siracusano, a 820 mt slm, un’area caratterizzata da colline aride, meravigliose foreste e rovine; qui l’olivo rappresenta una cultura plurisecolare.
Giuseppe Paparone e Lorenzo Nicotra, grandi amici residenti di Buccheri fondarono la cooperativa nel 2003 per proteggere i numerosi alberi di olivo plurisecolari che crescevano nelle vicine campagne ormai abbandonate, trasformando la produzione domestica d’ olio in una vera e propria attività.
I loro figli si unirono poi nel progetto, contribuendo con le loro conoscenze e la loro passione, acquistando altri uliveti, di cui una parte convertiti in biologico, oltre a gestire quelli in locazione.
Il loro obiettivo è la qualità elevata che rappresenta la tradizione della Sicilia. L’olio e.v.o. finalista è Agrestis Nettaribleo Dop Monti Iblei biologico monocultivar tonda iblea. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia online Agrestis Soc. Coop. Agricola, www.agrestis.eu.

Sempre a Buccheri (SR) c’è poi un’altra azienda #finalistaercoleolivario2020, la Terraliva di Frontino Giuseppina. Terraliva nasce nel cuore dei Monti Iblei in un territorio vulcanico a 700 metri di altezza, dove si ergono ulivi secolari che traggono grande beneficio dall’escursione termica che si crea tra il giorno e la notte.
Nei tenimenti aziendali sono presenti antichissime cultivar autoctone come la Tonda Iblea insieme ad altre minori quali la Nocellara Etnea, la Nocellara del Belice e la Zaituna: da queste nascono dei “monocultivar esperenziali” che inebriano i sensi. La genuinità, la purezza, la freschezza del prodotto e il rispetto delle piante sono gli obiettivi cardine dell’azienda.  L’Olio e.v.o. finalista è “Terraliva – Cherubino Igp Sicilia” biologico, monocultivar di sola tonda iblea. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia online Olio Terraliva, www.terraliva.com.

Ci spostiamo a Ragusa, soprannominata “l’isola nell’isola” l’azienda  #finalistaercoleolivario2020 è la Tenuta Chiaramonte Soc. Agr. Srl. L’attaccamento alle proprie radici, il rigore produttivo e la passione che animano Tenuta Chiaramonte sono frutto della cultura agricola della Sicilia e della terra iblea in particolare, che vanta una tradizione olearia millenaria, avviata dai coloni greci e interpretata poi dagli arabi. L’azienda, con i suoi estesi uliveti e il suo moderno frantoio, è situata nelle soleggiate campagne ragusane, tra colline che digradano verso il mare e muretti a secco diventati Patrimonio dell’Umanità. Progetto, sogno e passione sono i tre elementi imprescindibili da cui Tenuta Chiaramonte prende vita. L’Olio finalista èIl Primizio” Igp Sicilia biologico, monocultivar verdese. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia online Tenuta Chiaramonte, www.tenutachiaramonte.com.

Sempre a Ragusa l’altra #finalistaercoleolivario2020 è l’Azienda Rollo, una realtà nata nel 1968 in seguito all’acquisto da parte di Giovanni Rollo di un podere con 300 alberi d’olivo e 9000 viti nell’agro di Chiaramonte Gulfi, zona rinomata per la produzione di olii pregiati.
Vent’anni dopo la conduzione dell’azienda passa al figlio Giorgio, l’attuale proprietario, che decide di estirpare la vigna e destinare tutto il terreno all’olivicoltura. Nel 2001 l’azienda certifica il suo primo olio DOP Monti Iblei e l’anno successivo lo imbottiglierà denominandolo Olio Extra Vergine d’Oliva DOP Monti Iblei “LETIZIA”. Attualmente gli ettari olivetati sono 21 e le piante oltre 2450, con una produzione media annua di 100 ettolitri. L’Olio e.v.o. finalista è Letizia – Dop Monti Iblei monocultivar di sola tonda iblea. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia online Azienda Rollo, www.aziendarollo.it.

A Ferla (SR), splendida perla della Val di Noto, l’azienda  #finalistaercoleolivario2020 è il Frantoio Galioto di Fisicaro Sebastiana. Quattro le generazioni della Famiglia Galioto che si sono succedute alla guida di questa azienda siciliana. Con grande passione si dedicano alla produzione dell’olio extravergine di oliva coniugando i valori della tradizione con spirito innovativo per ottenere dei prodotti di assoluta genuinità ed eccellente qualità. L’olio e.v.o. finalista è il Frantoio Galioto Dop Monti Iblei monocultivar di sola moresca. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia online www.frantoiogalioto.it.

Il viaggio si chiude a Erice (TP), antica città fenicia e greca adagiata su di un’impervia altura e difesa da possenti mura e bastioni ben conservati. L’azienda #finalistaercoleolivario2020 è l’Agricola Xiggiari che, come gli ulivi, affonda le sue radici in una terra amata e coltivata dalla stessa famiglia per quattro generazioni. Situata in località Xiggiari, nel territorio della D.O.P. Valli Trapanesi a cui aderisce, si estende su una superficie di circa 42 ettari con quasi 12.000 piante di Cerasuola, Nocellara del Belice e Biancolilla.
L’azienda contribuisce, grazie alla vendita dei suoi prodotti, allo sviluppo di un progetto socio-culturale in Colombia, realizzato dall’Associazione no profit LiberaMeLiberaTutti: un’organizzazione non lucrativa che promuove lo sviluppo umano sostenibile attraverso l’impulso della creatività e la formazione artistica di bambini e giovani provenienti da quartieri periferici della città di Cartagena de Indias. L’olio e.v.o. finalista è Giari’ Dop Valli Trapanesi Biologico, le cui cultivar sono cerasuola, nocellara del Belice, biancolilla, giarraffa. L’azienda è visitabile ed è possibile acquistare i loro prodotti sia direttamente in azienda, sia online Azienda Agricola Xiggiari, www.aziendaagricolaxiggiari.it.

Le aziende e gli oli finalisti sono stati svelati nei giorni scorsi attraverso i canali ufficiali facebook e instagram (www.facebook.com/premioercoleolivario, www.instagram.com/ercoleolivario), dell’Ercole Olivario che, da quest’anno, per la prima volta nella storia del concorso, ogni giorno farà tappa nelle regioni ad alta vocazione olivicola fermandosi in quei luoghi e in quei piccoli Comuni, dove ha sede l’azienda #finalistaercoleolivario2020 che ha scelto di fare del proprio olio un ambasciatore di alta qualità,.

Appena sarà possibile, si terrà la premiazione ufficiale del Premio Nazionale Ercole Olivario che darà riconoscimento, quest’anno, ai primi classificati di ciascuna delle due categorie in gara (DOP/IGP ed EXTRA VERGINE) per le tipologie fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso.
Gli altri conferimenti quest’anno saranno:
la Menzione di Merito Giovane Imprenditore, che andrà ai migliori titolari under 40 degli oli ammessi in finale con un punteggio superiore a 75/100;
il Premio Speciale Amphora Olearia, all’olio finalista che recherà la migliore confezione (secondo i parametri stabiliti dal regolamento);
la Menzione Speciale “Olio Biologico”, al prodotto, certificato a norma di legge, che otterrà il punteggio più alto tra gli oli biologici finalisti;
la Menzione “Olio Monocultivar” (dedicata all’olio monocultivar che ha ottenuto il punteggio più alto).

Il Premio Ercole Olivario è organizzato dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, in collaborazione con la Camera di Commercio di Perugia e il sostegno del Sistema Camerale Nazionale, delle associazioni dei produttori olivicoli, degli enti e delle istituzioni impegnate nella valorizzazione dell’olio extravergine di oliva italiano di qualità.

Print Friendly, PDF & Email