Rifiuti / Scatta oggi il piano d’emergenza. Il sindaco Barbagallo: “Invitiamo tutti alla massima collaborazione”

“Comprendiamo bene le difficoltà dei cittadini e li invitiamo alla massima collaborazione”. Così il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo sull’emergenza rifiuti nella città, che proverà a superare le criticità a partire da oggi con l’entra in vigore di un programma “d’emergenza” della raccolta differenziata nel centro storico, Santa Caterina e Santa Maria la Stella. Di seguito i dettagli del piano come riportato dal comunicato stampa del comune di Acireale.

SARA’ OSSERVATO IL SEGUENTE CALENDARIO:

DALLE 5.30 ALLE 8.30 TRE VOLTE A SETTIMANA SARÀ RACCOLTA LA FRAZIONE UMIDA (MARTEDÌ, GIOVEDÌ E SABATO), UNA LA CARTA E IL CARTONE E LE MATERIE PLASTICHE (MERCOLEDÌ), DUE VOLTE A SETTIMANA LA FRAZIONE RESIDUALE (LUNEDÌ E VENERDÌ).

Il servizio d’emergenza di raccolta differenziata porta a porta è stato avviato oggi dalla frazione residuale. Domani, martedì, si procederà con la raccolta della FRAZIONE UMIDA. Si raccomanda ai cittadini di esporre solo i sacchetti contenenti avanzi di cucina e cibo e verde.

“Saranno ancora giorni pesanti per la città. Avremmo voluto che la raccolta differenziata partisse su tutto il territorio con la dovuta campagna informativa e la distribuzione dei kit con la nuova gestione del servizio di igiene urbana, ma dobbiamo fronteggiare l’emergenza e innalzare immediatamente gli indici di differenziata. Comprendiamo bene le difficoltà dei cittadini e li invitiamo alla massima collaborazione,- raccomanda il sindaco-. Nei prossimi giorni istituiremo un centro comunale di raccolta provvisorio in via Lazzaretto, dove tutti gli acesi potranno conferire la frazione secca, (plastica, carta e vetro)”.

Riportiamo, infine, la dichiarazione dell’assessore al ramo Francesco Fichera: “Nulla potrà cambiare se la Regione non assumerà provvedimenti e non ci consentirà di smaltire la produzione giornaliera integrale e l’enorme quantitativo di rifiuti che si è accumulato la scorsa settimana, – spiega l’assessore all’Ambiente Francesco Fichera-. La situazione davanti all’impianto della Sicula Trasporti non è cambiata, i nostri compattatori restano sempre in coda per ore e ore e resta bloccata la capacità di conferimento a 78 tonnellate rispetto alle 88/90 tonnellate di rifiuti prodotte ad Acireale nel periodo estivo. Nessuna risposta intanto è arrivata ai solleciti inviati alla Regione e dalla Prefettura sulla situazione d’emergenza segnalata”.