Giarre / Radicepura garden festival, i giardini del futuro

Radicepura garden festival conferma la sua terza edizione. Si terrà, infatti, dal 27 giugno al 19 dicembre 2021, nel comune di Giarre, il terzo appuntamento internazionale dedicato al paesaggio Mediterraneo. L’evento è organizzato dalla Fondazione Radicepura, con il contributo di Piante Faro, una delle più innovative realtà del territorio.

Radicepura Garden Festival: l’evento 

Giunta alla sua terza edizione,  la manifestazione coinvolgerà, ancora una volta, grandi protagonisti dell’architettura, del paesaggio e dell’arte così come studiosi, giovani designer e istituzioni. Tutti impegnati nella realizzazione di 15 giardini e 4 installazioni che sarà possibile visitare presso il parco botanico di Giarre. Il parco, oltre agli interventi dedicati al tema dell’anno, ospiterà alcuni giardini delle passate edizioni.Radicepura,festival

Madrina del festival sarà Sarah Eberle, e Antonio Perazzi il direttore artistico. Essi – si apprende in una nota di stampa – formeranno la giuria che ha individuato i finalisti, da rendere noti nelle prossime settimane. In giuria anche i docenti universitari, Alessandro Villari e Daniela Romano, e Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, collezionista d’arte e presidente della Fondazione omonima.

Giardini per il futuro, il tema del festival

“La pandemia ha portato tutti a riscoprire la natura e i luoghi all’aperto come spazi in cui vivere, come storicamente è  accaduto nei giardini mediterranei”.  Mario Faro, direttore generale del Festival,  illustra nel comunicato stampa l’obiettivo della manifestazione: stimolare e favorire il cambiamento del sentire collettivo. Ovvero mettere il giardino e il paesaggio al centro della pianificazione come sfida per il prossimo futuro.Radicepura festival-giardino

Da qui, nasce il tema di quest’anno: Giardini per il futuro.  Giardini, riconosciuti come risorse necessarie ed efficaci, che possono offrire risposte concrete e realizzabili alla povertà, alla fame ed alla salute dell’ambiente. Il tema sarà interpretato dai 7 giardini vincitori della Call for Ideas che si è conclusa nel dicembre 2020, con più di 500 iscrizioni provenienti da 24 paesi diversi.

Il ruolo sociale dei giardini: le iniziative 

Diffondere la cultura “dell’abitare”, ma un abitare capace di coniugare necessità ambientali e desiderio dell’uomo di vivere a contatto con la natura, in un rapporto di reciprocità e rispetto. Un impegno che riveste carattere d’urgenza e necessità e si traduce, per la Fondazione Radicepura, in un programma culturale e di attività che valorizza il ruolo sociale dei giardini.

In questo contesto, si inserisce l’ iniziativa Creatrici per natura, dedicato alle professioni verdi al femminile. Ed anche Florovivaismo etico, il progetto di formazione volto all’inclusione sociale e lavorativa dei ragazzi autistici. Radicepura sostiene, inoltre, l’ampliamento dell’Orto Botanico di Palermo nell’ambito del progetto weTree Palermo.

Tutte le informazioni, i programmi dettagliati e le modalità di accesso saranno disponibili sul sito www.radicepurafestival.com e sui canali social della manifestazione (IG@radicepuragardenfestival – Facebook@RadicepuraGardenFestival – Youtube, Radicepura Garden Festival).

Cristiana Zingarino

Print Friendly, PDF & Email