Il successo di Archeoares / Da Acireale al museo Maxxi di Roma

Un successo per la società viterbese Archeoares gestita da Bruno Blanco, originario di Acireale, insieme ai soci Francesco Aliperti e Gianpaolo Serone, aggiudicatasi il bando per la gestione della biglietteria elettronica di uno dei più importanti musei d’arte contemporanea al mondo, il Maxxi di Roma. E’ un traguardo importante per una società che, partita da zero, è riuscita in pochi anni ad affermarsi sul piano nazionale, vincendo la concorrenza.

Archeoares / Da Acireale al museo Maxxi di Roma, uno dei più importanti al mondo

Aggiudicandosi l’appalto per la gestione dei servizi di biglietteria elettronica del MAXXI di Roma, la società ha ottenuto un contratto di tre anni che la proietta a livello internazionale. Un risultato non indifferente per una società nata dalla collaborazione di tre amici conosciuti tra i banchi universitari della facoltà di Beni Culturali dell’Università della Tuscia. “La nostra gratitudine va ai nostri dipendenti”, ci dice Bruno Blanco, socio acese doc. “Senza di loro non saremmo stati in grado di raggiungere un tale risultato. Soprattutto in un momento delicato e tragico come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia. Sapere di poter contare su persone preparate, disponibili e di grande spessore umano e professionale, ha permesso di affrontare con spirito più sereno questa enorme sfida”.

Come è nata la vostra società?

“Nel 2004 abbiamo deciso di fondare Archeoares Snc. L’inizio non è stato facile. Ci davano tutti per spacciati pochi, anzi pochissimi, credevano nel nostro progetto e le manifestazioni di scetticismo superavano di gran lunga quelle di stima. A noi non è mai interessato il parere di chi tenta di distruggere e non di costruire, pertanto siamo andati avanti per la strada tracciata”.

Un consiglio ai tanti giovani che vorrebbero entrare in questo mondo? Quali difficoltà potrebbero incontrare?

“Guardando la nostra esperienza mi sento di dire che le tre parole chiave sono senza dubbio: tenacia, passione e voglia di fare. Sicuramente all’inizio non è semplice reggere la concorrenza, ma invito i giovani a non arrendersi”. Parafrasando lo scrittore siciliano Luigi Pirandello: “Una realtà non ci fu data e non c’è, ma dobbiamo farcela noi, se vogliamo essere. E non sarà mai una per tutti, una per sempre, ma di continuo e infinitamente mutabile” (ndr). “Siamo noi gli artefici del nostro successo. Gli ostacoli si presentano sulla strada di chiunque, ma solo chi sa rialzarsi va avanti”.

“Io e i miei soci abbiamo deciso di andare avanti per la strada tracciata e, a distanza di più di 15 anni, il tempo ci ha dato ragione”, sottolinea con orgoglio Blanco. “Archeoares è ufficialmente la società che gestirà per il prossimo triennio i servizi di biglietteria e accoglienza al pubblico del Maxxi di Roma e del Maxxi dell’Aquila. Parliamo delle sedi di uno dei 10 musei di arte contemporanea più importanti al mondo”.

Cristina Di Mauro

Print Friendly, PDF & Email