Incontro / Acireale, riflessioni sulla pace a più di un mese dal conflitto in Ucraina

0
62
profughi ucraini
(Foto Sir)

Mercoledì 30 marzo alle ore 18, ad Acireale, nei locali del Salone parrocchiale della chiesa di San Giuseppe in via Costanzo 20, si svolgerà una prima iniziativa del Coordinamento Acireale per la pace per riflettere insieme, a più d’un mese dall’inizio del conflitto in Ucraina, sulla necessità di arrivare alla Pace. E anche  sulle iniziative che si stanno predisponendo per l’accoglienza dei profughi ucraini, anche nel nostro territorio.

Ciò che sta avvenendo da diversi giorni con l’ingiustificabile invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo – si legge in una nota del Coordinamento – ripropone l’assurdo tragico scenario di una guerra che non avremmo mai più pensato potesse accadere in Europa.
Una guerra che ha già prodotto, e continua inesorabilmente a produrre, distruzione.
E anche  un tristissimo numero di vittime e feriti soprattutto tra la popolazione civile, e tra numerosi bambini. Come accade purtroppo in ogni guerra “moderna”, oggi assai numerose,  che si combattono in ogni luogo.

Riflessioni sulla pace

Ne parleremo con: Enzo Pezzino, di Pax Christi di Catania, e con don Orazio Tornabene, Direttore dell’Ufficio Pastorale Sociale Giustizia e Pace della Diocesi acese. Essi approfondiranno  le ragioni che portano all’acuirsi delle guerre nel mondo e le possibilità e il dovere che abbiamo di giungere a un auspicato disarmo totale e il conseguimento della Pace.

profughi ucraini
(Foto Sir)

Ogni guerra produce tragedie, fame e ingiustizia e tutte le persone in fuga devono poter trovare la stessa solidarietà diffusa.
I profughi dell’Ucraina sono una popolazione maggiormente composta da donne e bambini, dato che gli uomini sono obbligati a restare per combattere.  Ci devono vedere subito pronti, anche nel nostro territorio acese, con le necessarie strutture e la predisposizione degli adeguati servizi socio-sanitarie da potere offrire loro.

L’incontro vede la partecipazione dell’assessore alle Politiche sociale Palmira Fraschilla, referente per il Comune di Acireale per l’accoglienza dei profughi ucraini. E vuole poter fornire per questo un dato reale di quanto si sta preparando.

Print Friendly, PDF & Email