L’I.R.M.A. ottiene l’accreditamento della Società Italiana di Genetica Umana

Si è tenuta, nella sala convegni dell’Istituto di Ricerca Medica Ambientale (IRMA) di Acireale – come si legge in una nota stampa – la presentazione dell’accreditamento della Società Italiana di Genetica Umana (SIGU). Da anni quasi vent’anni l’istituto effettua esami di genetica molecolare ed ha effettuato numerose consulenze a varie procure della Repubblica nel comparto della diagnosi forense contribuendo alla risoluzione di casi criminosi particolarmente complessi. Inoltre presso il poliambulatorio dell’IRMA sono stati diagnosticati e trattati oltre 100 casi della sindrome immunotossica MCS, 16 dei quali provenienti da varie regioni italiane. L’accreditamento SIGU è stato riconosciuto in funzione delle competenze specialistiche del personale e delle tecnologie avanzate di cui dispone l’istituto, tra cui sequenziatore di DNA e d-HPLC. Queste ultime fanno sì che gli utenti siciliani possano fruire di esami di genetica molecolare convenzionati con il SSR, il Servizio Sanitario Regionale, e del consulto di genetica medica evitando disagevoli migrazioni sanitarie in strutture di fuori regione. Soltanto 19 strutture Italiane possono vantare il privilegio di presentare tutti i requisiti richiesti dalla SIGU per la certificazione di qualità e professionalità pertanto il riconoscimento ottenuto sancisce l’eccellenza dell’IRMA nell’ambito della genetica umana. irmaL’istituto effettua, fra l’altro, in regime di unicità a livello regionale numerosi esami di genetica e oncogenetica come ad esempio le mutazioni BRAC1 e BRAC2 correlati alla predisposizione genetica del tumore della mammella dell’ovaio e della prostata. L’IRMA – come si legge nel comunicato stampa – ha al suo attivo numerosi lavori di ricerca pubblicati su riviste internazionali tra un’importante ricerca sulla genetica dell’osteoporosi svolta in collaborazione dell’università di Ouagadougou (Burkina Faso). Hanno partecipato il capo gabinetto vicario della presidenza della Regione siciliana Giuseppe Cicala, il comandante della compagnia carabinieri di Acireale capitano Marco Salomone, il presidente nazionale della Federazione Nazionale delle Aziende Sanitarie Private (FeNASP) dott. Felice Merotto. In rappresentanza dell’Istituto Siciliano di Bioetica (ISB) erano presenti Il dott. Arcangelo Blanco ed il dott. Franco Privitera, ed in rappresentanza dell’istituto comprensivo Regina Elena il prof. Nuccio Finocchiaro responsabile del progetto formativo sul DNA, denominato “Bios Team”, realizzato in collaborazione con l’IRMA già finanziato e classificatosi tra i primi posti a livello nazionale. Ha concluso gli interventi il direttore generale dell’Istituto dott.sa Francesca Tringali. Hanno relazionato i ricercatori dell’IRMA Elio Insirello (DNA e diagnostica forense). Giovanni Tringali (genetica umana nuove tecnologie e nuove diagnosi), e Maria Bruccheri (importanza sul territorio di un ambulatorio di genetica umana e prevenzione delle malattie genetiche).

A. D.

Print Friendly, PDF & Email