Premio Fallani 2013/2014 sul tema “Europa e territorio: un futuro comune?”

Fisc e Sir informano i direttori, i redattori e i collaboratori dei settimanali che l’edizione 2013/2014 del Premio Fallani avrà come tema “Europa e territorio: un futuro comune?”. I servizi giornalistici che la Giuria prenderà in esame dovranno mettere in luce il rapporto tra il territorio e l’Europa. Sono ben noti i riflessi che la politica e la cultura europee hanno sulla realtà locale e quali preoccupazioni e speranze hanno i popoli europei a riguardo della “casa comune” scossa da una crisi di identità e di futuro. Dall’apertura del “cantiere Europa” la Chiesa a più riprese ha indicato la strada maestra per la crescita culturale, sociale e spirituale del continente sollecitandolo a rispondere con maggior credibilità alle domande di giustizia di pace che vengono dal resto del mondo. Quale contributo specifico all’Europa sono chiamati ad offrire i cattolici che vivono sul territorio in un contesto culturale e politico in cui spesso lo scetticismo e il pessimismo sembrano prevalere su un atteggiamento critico-costruttivo? Denunciare la fragilità e le manchevolezze delle istituzioni europee è certamente doveroso ma l’impegno dei giornalisti cattolici può esaurirsi nella denuncia? Non è forse un dovere professionale far rinascere nell’opinione pubblica, anche in un tempo di crisi, il valore della “solidarietà di fatto” che Robert Schuman, Konrad Adenauer e Alcide De Gasperi posero a fondamento della “casa comune”?. I settimanali cattolici locali hanno sempre avuto a cuore il destino dell’Europa e hanno offerto all’opinione pubblica – anche attraverso le iniziative culturali della Fisc e i servizi giornalistici di SirEuropa – gli elementi necessari per un pensiero europeo documentato e libero da luoghi comuni. Le elezioni europee del maggio 2014, infine, richiamano alla mente l’appello di Giovanni Paolo II a rivitalizzare le radici cristiane dell’Europa affinché nel dialogo tra fede e ragione ravvivino una testimonianza di fiducia, di responsabilità e di impegno. In questa prospettiva si colloca anche l’auspicio dello stesso pontefice a mandare nelle istituzioni europee persone competenti, oneste e lungimiranti. Il tema “Europa e territorio: un futuro comune?” potrà essere svolto attraverso interviste, articoli e inchieste i cui protagonisti dovranno essere persone del territorio. Verrà valutata la originalità dei servizi che racconteranno pensieri, esperienze, iniziative del territorio sulla situazione attuale e sul futuro dell’Europa. Termine ultimo dell’invio dei lavori è il 1° marzo 2014. Gli autori, in accordo col direttore della testata, potranno inviare un solo articolo in formato pdf (con indicazione di data, testata e biografia minima), pubblicato a partire dal 1° giugno 2013.Il vincitore riceverà un riconoscimento economico di 1000 (mille) euro.La premiazione avverrà nel corso del convegno Fisc dedicato all’Europa che si terrà a Gorizia dal 3 al 5 aprile.

Print Friendly, PDF & Email