Libri / Nella raccolta di poesie postuma “Gabbiani” un viaggio nella vita di Maria Laura Tringale

0
73
relatori presentano poesie di Maria Tringale

Ad Acireale, la Sala Stampa del palazzo di Città ha accolto la presentazione del libro di poesie “Gabbiani” di Maria Laura Tringale, opera postuma pubblicata da “La voce dell’Jonio editrice”.

Maria Laura Tringale nata a Bari, il 3 gennaio 1944, nei ricordi di chi l’ha conosciuta ha vissuto una vita piena. È stata una brillante studentessa, una donna di grande fede, una presenza costante e sicura per la famiglia, una professoressa amata, una persona impegnata nel sociale. Una donna appassionata. Questa pienezza, questa fede e questa passione sono rinchiuse oggi nella sua raccolta in versi “Gabbiani”.

La pubblicazione delle poesie di Maria Laura Tringale era già programmata

Prima della sua dipartita avvenuta il 13 febbraio 2022, Maria Laura aveva già in programma la pubblicazione dei suoi versi. A dar vita a questo progetto sono stati successivamente i famigliari e gli amici.

saluto del sindaco
Il saluto del sindaco Alì, secondo da destra

L’opera pubblicata è stata presentata in una sala piena e con l’intervento di parenti, amici, e conoscenti. L’evento ha preso inizio con i saluti del sindaco Stefano Alì, il quale ha sottolineato l’importanza di valorizzare e promuovere la cultura in ogni sua forma. Altra presenza è stata quella dell’ avv. Mario Di Prima.

Il direttore de La Voce dell’Jonio Giuseppe Vecchio ne ha ricordato il ruolo di collaboratrice seria e competente della nostra testata. L’amico e collega, prof. Nino De Maria, ne ha delineato un ritratto personale ricordando la sua profonda fede e la dedizione per il prossimo. «A casa sua organizzava un club per mamme a cui partecipavano anche i bambini ai quali impartiva lezioni di cucina” ha raccontato.

Maria Elvira Ortolani e avv. Di Prima
La figlia Maria Elvira Ortolani ringrazia a nome della famiglia

Un viaggio nella vita di Maria Laura Tringale

A parlare invece dell’opera è stata la prof.ssa Rita Messina, autrice della prefazione del testo. «Sono riuscita a conoscerla grazie alle sue poesie perché chi scrive dà sempre agli altri qualcosa di proprio. Mi è sembrato di poter fare un viaggio nella sua vita».
Le 60 poesie si differenziano per i temi trattati e per la lunghezza di versi in cui le parole sono attentamente ricercate ma semplici. “Il significato del libro è quello dell’amore dell’autrice per la vita vissuta nel quotidiano e nelle cose piccole” ha concluso Rita Messina.

Durante la serata alcune poesie sono state declamate dal regista e attore Carmelo Rosario Cannavò e dal figlio Giancarlo Ortolani.
Per chi scrive non si è trattato soltanto di una presentazione letteraria. E’ stata piuttosto una serata per ricordare e far conoscere la persona che è stata Maria Laura Tringale. I versi declamati e le parole piene di affetto di chi l’ha conosciuta restituivano la sua presenza viva. Sembrava quasi di poterla vedere seduta tra il pubblico ad ascoltare con un dolce sorriso sulle labbra.

Eugenia Castorina

 

Print Friendly, PDF & Email