Libri / Presentato ad Aci Platani “Versi di pace”, raccolta di poesie che anelano all’unione e alla concordia

0
151
Aci Platani Presentazione libro di poesie versi di pace

Domenica 17 dicembre, nella splendida chiesa Madre di Aci Platani, è stato, ancora una volta, presentato il libro “Versi di Pace”, interessante e coinvolgente raccolta di poesie curata  da La Voce dell’Jonio editrice.
Ad aprire l’importante appuntamento la Corale polifonica “Lorenzo Perosi”, diretta dalla maestra Milla Grasso.

Oltre al direttore de “La Voce dell’Jonio” Giuseppe Vecchio, sono intervenuti: don Salvatore Coco, parroco di Aci Platani, Rita Messina, docente e giornalista, Carmela Tuccari, prefatrice e poetessa, Angelo Pagano, Presidente della Upgc (Università popolare Giuseppe Cristaldi) e autore della postfazione.

La serata è stata allietata dagli interventi musicali di Daniela Greco e Gesuele Sciacca. Mentre alcune poesie sono state lette da Rita Cosentino, Emanuela D’Anna, Mariachiara Gangemi e Riccardo Finocchiaro. Ha coordinato l’incontro Riccardo Vitale.Presentazione libro di poesie in chiesa

Negli interventi che si sono susseguiti si è messo in evidenza come la coinvolgente raccolta di poesie vuole essere un’ attenta riflessione sul tema, sempre attuale, della pace. Attraverso versi toccanti e avvincenti le poesie che si susseguono, esplorano gli effetti devastanti della guerra, della tragedia e della sofferenza che essa produce.

Nella raccolta di poesie desiderio di pace

La raccolta inizia con una frase posta al centro del primo componimento poetico  «Nemmeno i morti nei cimiteri vogliono la guerra. Perché ancora notte sulla terra?».
Grido che sembra rimanere inascoltato, disatteso, umiliato. Tuttavia siamo chiamati a non perdere la speranza. Attraverso parole potenti e versi profondi la raccolta sembra quasi offrire fiducia all’uomo di oggi. La pace abita il cuore dell’uomo. Recita una poesia: «Da sempre il desiderio di pace alberga nel cuore dell’uomo, contrapposto a quel seme insidioso che si annida negli oscuri recessi dell’anima».

In tante poesie sembra emergere una chiara esortazione all’impegno costante. La pace è un bene prezioso che siamo chiamati a tutelare e preservare. In questo mondo dove i rapporti umani si fanno sempre più fragili e distanti, siamo chiamati ad unire ciò che è diviso, legare ciò che è slegato, a fare germogliare sentimenti di condivisione fraterna.

Don Salvatore Coco Gesuele Sciacca e Daniela Greco
il parroco di Aci Platani don Salvatore Coco, Gesuele Sciacca e Daniela Greco

La pace è cura dell’animo umano

La pace è cura interiore dell’animo umano! E’ impegno quotidiano nella consapevolezza che molto dipende da noi! Scriveva don Primo Mazzolari: «Il mondo si muove se noi ci muoviamo, si muta se noi ci mutiamo, si fa nuovo se qualcuno si fa nuova creatura, imbarbarisce se lasciamo scatenare la belva che è dentro di noi».

“Versi di pace” è un testo che abbiamo l’obbligo di consegnare alla lettura delle nuove generazioni. Ecco perché ci sentiamo di suggerirne la diffusione nelle scuole: luoghi privilegiati dell’educazione alla cultura della pace.
In un mondo in cui atti di violenza riempiono i nostri telegiornali, le nostre TV, i post dei nostri social, la pace ha la necessità e l’urgenza di radicarsi nel cuore dei nostri giovani.

                                                                                                     Giovanni Centamore

 

Print Friendly, PDF & Email