Marina di Ragusa / Tra spiaggia e mare, meta prediletta di Sicilia

Per la sua spiaggia, tra le più belle e apprezzate della Sicilia sudorientale, ed il suo mare da bandiera blu, Marina di Ragusa è ormai una delle mete predilette dell’estate sull’isola. Col suo clima tipicamente mediterraneo, accoglie ogni anno migliaia di turisti e villeggianti provenienti da tutto il mondo. Tra Scoglitti e Pozzallo, il lungomare principale Andrea Doria si estende per circa 2,5 km e offre infinite possibilità di svago e relax per tutte le età. Questo tratto costiero è percorribile a piedi o in bici, grazie alla pista ciclopedonale e per alcuni tratti è possibile anche muoversi in auto.

All’ingresso della località, un parcheggio gratuito da poco rimodernato, in piazza Rabito, adiacente a un parco giochi per i più piccoli, consente di lasciare la propria auto a pochi passi dal lungomare. La principale attrazione è sicuramente il porto turistico, divenuto centro di approdo per barche e yatch privati, che vanta all’incirca 700 posti barca. Divenuto uno degli attracchi più attrezzati ed efficienti della Sicilia, offre numerosi servizi ai suoi ospiti.

“Mazzarelli” / Borgata di pescatori

Marina di Ragusa nasce come piccolo villaggio di pescatori, conosciuto col nome di Mazzarelli, dall’arabo Marsa A’Rillah (che significa piccola borgata). Anticamente rappresentava un porto sicuro per le imbarcazioni che, partendo da Trapani, si dirigevano verso Malta. Per evitare la navigazione notturna e rischiare di subire le incursioni dei Corsari della Barberia, infatti, molte barche approdavano al porto di Mazzarelli per trascorrere la notte. A darne testimonianza ancora oggi una zona denominata Scalo Trapanese.

Come ulteriore baluardo di sicurezza, nel XVI secolo i Conti spagnoli Cabrera, titolari della Contea di Modica, fecero costruire una Torre di difesa costiera, di cui oggi si conserva solo un basamento. Verso fine ‘800, con la scoperta delle miniere d’asfalto, l’economia di Mazzarelli subisce una svolta. Il borgo diviene infatti centro di esportazione e commercio dell’asfalto che veniva lì estratto e lavorato, prima di essere inserito nel mercato. È infine in epoca fascista che Mazzarelli prende il nome che conosciamo oggi di Marina di Ragusa.

Marina di Ragusa / Tra spiaggia e mare, meta prediletta di Sicilia: come arrivare

Per arrivare a Marina di Ragusa, vi sono differenti percorsi a seconda del punto di partenza. Dall’aeroporto Fontanarossa di Catania ad esempio, basta imboccare la Strada Statale SS194 in direzione Siracusa e prendere l’uscita per Ragusa. Da Palermo invece bisogna seguire l’autostrada A19 Palermo-Catania fino a Caltanissetta. Qui si imbocca poi la SS626 fino a Gela, infine la SS115 fino a Ragusa. Se arrivate da Agrigento la strada da seguire è la Strada Costiera 115 in direzione Gela e poi Ragusa. Infine da Siracusa basta prendere la SS115 per Noto o Ragusa e seguire le indicazioni che troverete lungo la strada.

C’è anche la possibilità di raggiungere la località tramite i mezzi di trasporto pubblici. Ad esempio in treno, con la compagnia Trenitalia o in autobus con AST, SAIS, Etna Trasporti ecc. Tuttavia questi ultimi non risultano tutti comodamente collegati con tutte le località principali e gli orari risultano alquanto “variabili”. Rimangono comunque un’opzione per i più avventurieri, che nel peggiore dei casi possono anche affidarsi al servizio taxi e noleggio con conducente.

Marina di Ragusa Ristorante sul mare

Marina di Ragusa / Tra spiaggia e mare, meta prediletta di Sicilia: cosa fare, tra luoghi ed eventi

Oltre alle numerose possibilità di alloggio (Bed & Breakfast, case vacanze, area attrezzate per camper e perfino hotel di lusso), lo svago non manca. Numerosi i luoghi di ristoro come bar, gelaterie, fast food e ristoranti, ma anche locali notturni e pub per giovani e meno giovani che amano divertirsi, tutti concentrati sul lungomare. Tra le opzioni anche una scuola di vela, per gli amanti del mare in tutte le sue sfumature. Per i più piccoli poi, un lunapark carico di luci colorate, attrazioni e stand dove il divertimento è assicurato.

Durante tutta l’estate, sono numerosi gli eventi che Marina di Ragusa ospita. Il famoso Addio all’Estate, ad esempio tra il primo e il secondo fine settimana di settembre per salutare l’estate che va via. Il tutto all’insegna di mostre d’arte, manifestazioni e cucina tipica (cavati al sugo, salsiccia ecc.). In chiusura gli apprezzatissimi fuochi d’artificio. Ma l’evento più atteso è la festa in onore di Maria SS. di Porto Salvo, protettrice dei pescatori, il 15 agosto. La festa religiosa prevede le classiche funzioni e la processione in barca della statua lungo il litorale, a benedizione dei fedeli, del mare e dei naviganti. Ma c’è anche una parte più folkloristica della festa: il famoso “Palo a mare”. Una sorta di albero della cuccagna posto orizzontalmente a pelo dell’acqua. I partecipanti devono attraversarlo e prendere la bandierina posta all’altro capo del palo per vincere il premio in denaro previsto.

Marina di Ragusa: le riserve naturali

A pochi chilometri da Marina di Ragusa sono state istituite due riserve naturali protette da alte dune di sabbia fine e dorata. La prima è Randello, caratterizzata da un’ampia pineta, una spiaggia lunga 2km e un importante parco archeologico, sede del Museo di Kamarina (antica città greca). La seconda, più famosa è la Riserva Naturale Speciale Biologica “Macchia foresta del fiume Irminio”. Nata nel 1985 al fine di salvaguardare l’ecosistema del fiume, si struttura secondo due aree: la zona A e la pre-riserva B che circonda e protegge la prima.

L’Irminio è il fiume più lungo della provincia, il cui clima ha consentito la crescita di una flora tipica della Macchia Mediterranea, che nelle zone vicine alla foce diventa più paludosa. La fauna è invece caratterizzata principalmente da uccelli migratori, rettili e piccoli mammiferi. Tuttavia i suo equilibrio è stato disturbato da degli incoscienti che hanno introdotto nutrie e cinghiali, senza preoccuparsi delle conseguenze sull’ecosistema.

Marina di Ragusa Lido

Marina di Ragusa / Una spiaggia pluripremiata

Marina di Ragusa vanta la nomina di una delle più belle spiagge della Sicilia. A darne testimonianza i numerosi riconoscimenti che si è guadagnata. Prima di tutte la Bandiera Verde 2021 con la quale i pediatri italiani ne riconoscono le spiagge a misura di bambino. Dopodiché la Bandiera Blu che ogni anno viene rinnovata e che premia l’attenzione alla tutela ambientale e alla salvaguardia del patrimonio naturalistico. Tutto questo per un turismo più sostenibile e un’educazione ambientale fortemente promossa. Nel 2009 si è anche guadagnata la Palma d’Oro per essere tra le spiagge più amate d’Italia, grazie alla sabbia finissima e dorata che la caratterizza. È importante segnalare che, nonostante i numerosi lidi, l’ingresso alla spiaggia sia libero e per tutti. Ad ogni ingresso è anche possibile trovare le docce per risciacquare la salsedine residua.

Mariachiara Caccamo

Print Friendly, PDF & Email