Mascali / Agata Cardillo passa alla Lega

È ufficiale l’ingresso nella Lega di Agata Cardillo, vice presidente del Consiglio comunale di Mascali. Il partito continua a rafforzarsi nella provincia di Catania. Si tratta del secondo importante tassello per il comune ionico dopo l’adesione del dott. Giuseppe Cardillo, anch’egli consigliere comunale a Mascali e già vice sindaco di Fiumefreddo di Sicilia.
Nei giorni scorsi- si legge in una nota stampa –  la neo leghista ha incontrato a Catania il segretario regionale della Lega Sicilia, on. Nino Minardo, ed il coordinatore politico provinciale, Alessandro Porto, alla presenza del dott. Giuseppe Cardillo.

“La consigliera comunale Agata Cardillo porta in dote la sua profonda conoscenza del territorio e un grande impegno politico – dichiara Nino Minardo . Entra nella nostra squadra riconoscendo la coerenza e l’intraprendenza di Matteo Salvini e agganciandosi con convinzione al progetto politico della Lega Sicilia. Assieme ad Anastasio Carrà, Alessandro Porto, Fabio Cantarella e Giuseppe Cardillo le auguro buon lavoro nell’interesse della comunità di Mascali e di tutta la provincia di Catania”.

Cardillo e membri Lega siciliana
Agata Cardillo e membri della Lega Sicilia

La Lega e Salvini scelti da Cardillo

Classe ’88, Agata Cardillo siede negli scranni del consiglio comunale mascalese dal 2015. Cioè l’anno d’esordio in cui fece il pieno di consensi risultando la prima degli eletti.
Nelle amministrative del 2020 la sua riconferma e la nomina alla vice presidenza del consiglio comunale.
“Sento di esprimere un doveroso ringraziamento oltreché al senatore Matteo Salvini – spiega Agata Cardillo – anche al segretario regionale del partito, on. Nino Minardo. E anche ai coordinatori provinciali Alessandro Porto e Anastasio Carrà, ed all’assessore Fabio Cantarella, oltreché al dott. Giuseppe Cardillo, che mi hanno coinvolta in questa scelta di campo.

Ho deciso di intraprendere questo percorso politico – prosegue la neo leghista – ritenendo apprezzabile la coerenza, l’intraprendenza e la competenza, dimostrati dal partito e da Salvini.
La mia personale scelta – conclude – non è scevra dalla mia fedeltà al mio capogruppo, il consigliere comunale Giuseppe Cardillo, riferimento costante della mia attività politica”.

Print Friendly, PDF & Email