Maugeri / Padre Francesco Panebianco varca la soglia straordinaria dei 70 anni di ordinazione sacerdotale

Mercoledì 9 luglio 2014 la comunità parrocchiale di Maugeri (Valverde) ha festeggiato il suo longevo Parroco: don Francesco Panebianco, classe 1921, ha varcato la soglia dei settant’anni di ordinazione sacerdotale.

Il taglio della torta con i fedeli di Maugeri (foto Fichera)
Il taglio della torta con i fedeli di Maugeri (foto Fichera)

“Vieni e seguimi” è il passo scelto dal novantatreenne parroco di Maugeri per ricordare il suo Sì al Signore, avvenuto il 9 luglio 1963 nella Cattedrale di Acireale sotto il vescovo mons.Salvatore Russo. A soli dieci anni comprese quello che sarebbe stato il suo avvenire e la presenza di alcuni pii sacerdoti, fra dei quali Padre Salvatore Cavalli, ne segnò profondamente la sua vocazione. Un lungo e intenso peregrinare quello di Padre Francesco Panebianco: da novello sacerdote fu mandato a Mascali, poi fu parroco di Santa Maria la Stella dal 1948 al 1963 e, infine, “colonna pastorale” di Maugeri per ben Cinquant’anni. Da noi raggiunto per complimentarci per questo bel traguardo, il parroco ci ha raccontato le sue emozioni: “Ripercorrendo i miei settant’anni di vita sacerdotale ringrazio vivamente il Signore che mi ha permesso di funzionare – ironizza don Francesco – fin od oggi. La festa di mercoledì scorso è stata molto sentita dai fedeli, la Chiesa durante la Celebrazione era strapiena, è intervenuto pure il Sindaco. Esprimo riconoscenza per le belle parole dell’omelia tenuta dal Vicario generale mons. Guglielmo Giombanco”. “Con viva gioia e sentimenti di profonda gratitudine ci uniamo con tanto affetto a Don Francesco che innalza il suo rendimento di grazie per i settant’anni di vita sacerdotale. Con generosità e umiltà ha testimoniato l’amore a Cristo e ai fratelli” – si legge dall’Omelia di mons. Giombanco. Oltre all’affetto di tanti confratelli e dei parrocchiani, dei nipoti e parenti, sono giunti tra le mani di don Francesco numerosi telegrammi e lettere di auguri, fra dei quali quello di mons. Salvatore Gristina  – ex vescovo di Acireale e oggi Arcivescovo di Catania – e un telegramma del tutto speciale dal Vaticano: quello del Santo Padre Francesco, che ha elargito la benedizione apostolica sul parroco e i suoi cari.

Un momento della Celebrazione Eucaristica. Da sinistra: mons. Giombanco, don Francesco Panebianco e mons. Di Bella.
Un momento della Celebrazione Eucaristica. Da sinistra: mons. Giombanco, don Francesco Panebianco e mons. Di Bella. (foto Fichera)

Domenico Strano

Print Friendly, PDF & Email