Memorial Livatino-Saetta-Costa / Margherita Ferro premiata per l’impegno sociale

Il XXVI Memorial “Livatino-Saetta-Costa” – Premio internazionale all’impegno sociale 2020 – ha omaggiato della prestigiosa pergamena anche la professoressa Margherita Ferro. Il riconoscimento ricevuto, Margherita Ferro, Consigliera regionale di parità, lo ha dedicato a tutte le donne siciliane.

L’iniziativa è stata voluta dal Comitato Spontaneo Antimafia “Livatino-Saetta-Costa” in collaborazione con le famiglie dei “Giudici-Eroi”. E la pergamena conferita a Istituzioni dello Stato e a cittadini meritevoli, distintisi per l’impegno sociale profuso. L’evento mirava ad affermare con energia i valori e gli ideali della società civile e a sostenere l’impegno dei vari Pool di Magistrati antimafia, delle Forze dell’Ordine e di tutti i cittadini onesti, che ogni giorno lottano per garantire la civile convivenza.Memorial Livatino, pergamena

Il Memorial premia l’impegno sociale

La Ferro, nel percorso della sua vita, si è sempre posta dalla parte delle donne e del lavoro e contro ogni discriminazione. Il Premio le è stato conferito pertanto per l’impegno profuso nel contrasto delle discriminazioni per motivi di età, sesso, disabilità, origine etnica o razziale, religione o convinzioni personali o orientamento sessuale. Tra tutte le attività svolte, ha avuto rilevanza la realizzazione di un Corso di Diritto antidiscriminatorio con la Rete CPO Sicilia dell’Ordine degli avvocati della Regione Siciliana e con l’alto patrocinio del CNF.

Il corso ha riscosso un enorme successo. E ha voluto preparare i legali all’impegno e al contrasto alla violenza di genere e alle azioni a sostegno della conciliazione tra famiglia e lavoro. L’argomento rappresenta un tema di grande attualità nella società contemporanea. Una sfida importante e centrale per le politiche sociali, del lavoro e delle pari opportunità a livello nazionale ed europeo.Margherita Ferro

Principio cardine, infatti, è l’inserimento della donna nel mondo del lavoro e quindi la sua partecipazione allo sviluppo economico e sociale del paese. Il lavoro pone la questione di pertinenza specifica delle politiche sociali e delle pari opportunità. L’impegno si traduce in tutela della sfera privata del lavoratore e della lavoratrice e nella individuazione di azioni concrete che consentano ad essi di assolvere alle responsabilità familiari. Altro obiettivo che la consigliera di Parità si impegna a conseguire è la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Essi rappresentano un tassello importante e un fattore strategico per la famiglia e l’occupazione femminile. Solamente con questi presupposti si potrà parlare di equità sociale.

Mariella Di Mauro

 

 

Print Friendly, PDF & Email