Ospedale Caltagirone / Benedetti dal vescovo Peri i nuovi locali dell’Oculistica

Nella Cappella dell’Ospedale “Gravina” di Caltagirone, il vescovo mons. Calogero Peri,  ha celebrato la Santa Messa con gli operatori dell’UOC di Oculistica, diretta da Salvatore Sileci, in occasione della festa di Santa Lucia e della benedizione dei locali del nuovo reparto.

«È una giornata molto bella per tutta la comunità – ha detto mons. Peri -. Nel giorno dedicato alla festa di Santa Lucia, il giorno della luce e della speranza, si apre una prospettiva nuova per la cittadinanza. Ci auguriamo che questo giorno di festa possa continuare anche per altri reparti affinché i cittadini possano sempre trovare in questa struttura ospedaliera un punto di riferimento per la tutela della salute».

Presente per l’occasione il direttore sanitario dell’Asp di Catania, Antonino Rapisarda, che ha portato i saluti del manager Maurizio Lanza.

Nuovo impulso professionale e logistico all’Oculistica di Caltagirone

«Si apre una pagina nuova per l’Oculistica di Caltagirone – ha detto Rapisarda -. Abbiamo molto investito su questo reparto, sia sotto il profilo logistico e organizzativo, sia sotto l’aspetto professionale. È linfa nuova che si innesta nel percorso che stiamo portando avanti per l’Ospedale di Caltagirone. Pur con tutte le difficoltà del momento e misurandoci sempre con la grave carenza di specialisti che si registra a livello nazionale. Non ci fermiamo però davanti ai problemi, anzi rilanciamo sempre il nostro impegno con maggiore convinzione».

Intervenuti il direttore sanitario e il direttore amministrativo dell’Ospedale “Gravina”, Giovanna Pellegrino e Maddalena Samperi; i direttori dei Dipartimenti di Emergenza e di Diagnostica di Laboratorio, Giuseppe Rapisarda e Filippo Fraggetta.
Al termine della Celebrazione, mons. Peri ha benedetto i nuovi locali del reparto, siti al terzo piano, corpo centrale dell’Ospedale.

«Ringrazio la Direzione Strategica per la fiducia che mi ha accordato e per la possibilità di costruire un gruppo di lavoro che possa dare un servizio efficiente e efficace al nostro territorio – ha detto Sileci -. I nuovi locali, più ampi e meglio organizzati, ci danno la possibilità di avere nuovi ambienti per i diversi ambulatori specialistici. Riusciremo in questo modo a incrementare l’offerta di prestazione sanitarie e la loro complessità. Mi riferisco ad esempio alla chirurgia vitreo-retinica, al trapianto di cornea e alla terapia chirurgica del glaucoma».

Dal 20 operativa nella nuova sede l’oculistica dell’ospedale di Caltagirone

Da lunedì 20 dicembre, l’UOC di Oculistica sarà operativa nella nuova sede. Il nuovo reparto è dotato di quattro posti letto. Rinnovati gli arredi e il parco tecnologico che può vantare una nuova dotazione sia per gli ambulatori di base, sia per i servizi di alta specialità. Acquistato anche un nuovo tomografo a coerenza ottica (OCT), e di prossima consegna i laser retinici e il fluorangiografo.

Gli interventi di ristrutturazione e di rifunzionalizzazione degli ambienti sono stati curati, con risorse interne, dall’Ufficio Tecnico dell’Asp di Catania, diretto da Francesco Alparone. Le procedure per gli acquisti delle nuove attrezzature sono state definite dall’UOC Provveditorato, diretto da Pietro Galatà, e dall’UOS Acquisti beni, responsabile Giampaolo Runza.

Print Friendly, PDF & Email