Asp / All’ospedale di Caltagirone al via i lavori per il nuovo day hospital oncologico

0
40

Avviati a Caltagirone i lavori di ristrutturazione del terzo piano, ala grande ovest, dell’Ospedale “Gravina”, per la realizzazione del nuovo day hospital oncologico e di un moderno ambulatorio chirurgico oculistico.

Gli interventi- informa una nota dell’Asp di Catania – hanno un importo complessivo di poco inferiore a 1 milione e 220 mila euro. Costituiscono il secondo lotto del più ampio progetto di ristrutturazione e messa a norma del terzo piano ala ovest (grande e piccola) dell’ospedale  per circa 1200 mq. Grazie a questo progetto è stato già interamente realizzato il nuovo reparto di Oncologia.

Grande attenzione per il territorio con il nuovo day hospital

«L’avvio di questi nuovi lavori – afferma il manager dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza – testimonia ulteriormente la grande attenzione per il territorio. E anche per i bisogni dell’utenza e per la valorizzazione delle competenze professionali presenti. Vogliamo, inoltre, sostenere la crescita dei servizi sanitari con il reclutamento di nuove risorse professionali e l’acquisizione di ulteriori risorse tecnologiche».

Gli interventi in cantiere si collocano nel piano di ammodernamento delle strutture sanitarie voluto dall’assessore regionale alla salute, Ruggero Razza. Grazie ad essi si provvederà, adesso, a potenziare ulteriormente l’UOC di Oncologia. La si doterà di una specifica zona per day hospital e chemioterapia, di aree comuni, soggiorno e locali tecnici per il personale. Si realizzerà, nei locali attigui, anche la sala operatoria ambulatoriale dell’UOC di Oculistica, che alleggerirà così l’attuale blocco operatorio. E permetterà al Presidio una programmazione degli interventi più funzionale alle esigenze del bacino di utenza.ospedale Gravina, Caltagirone

Arredi e nuovi servizi nel day hospital

Più nel dettaglio, l’area day hospital ospiterà nove sedie per la chemioterapia e tutta una serie di servizi annessi (accettazione, stanza del medico, stanza per elettrocardiogramma), in modo da semplificare, il più possibile, le operazioni quotidiane del personale. In tutta la zona sarà possibile utilizzare servizi di intrattenimento TV e lettura.

Negli ambienti dedicati all’ambulatorio chirurgico di Oculistica, il progetto prevede, invece, una spaziosa sala operatoria, con annessi locali per la preparazione, il risveglio e l’osservazione del paziente, sala visita, sale per la preparazione del personale e funzionali locali di supporto.
Si rinnoveranno la pavimentazione e tutte le reti impiantistiche: idrica, elettrica, illuminazione e climatizzazione.
Sarà, infine, realizzato un locale tecnico, accessibile per la manutenzione esclusivamente dall’esterno, destinato alle UTA e ad altri impianti voluminosi.

L’intera progettazione è stata curata dall’Ufficio Tecnico dell’Asp di Catania, diretto da Francesco Alparone. Progettisti Carlo Musumeci e Claudio La Rosa, rup Simone Furnari, direttore dei lavori Antonino Montemagno, direttore operativo Mario Favara. In sinergia con la Direzione medica di Presidio, diretta da Maria Giovanna Pellegrino, con il direttore dell’UOC di Oncologia, Carmelo Giannitto Giorgio, e il direttore dell’UOC di Oculistica, Salvatore Sileci.
La durata prevista degli interventi è di 165 giorni. L’investimento è finanziato con fondi d’avanzo d’amministrazione.

Print Friendly, PDF & Email