Paternò / Disinnescata dagli artificieri una bomba da 500 libbre (226 kg) della seconda Guerra mondiale

Le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto in  contrada Buffa Raisa a Paternò (CT) si sono concluse nel primo pomeriggio del 21 gennaio con una esplosione che ha distrutto il residuato.
Gli specialisti del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo hanno operato la bonifica di una bomba d’aereo di fabbricazione americana risalente al secondo conflitto mondiale; l’ordigno progettato per distruggere installazioni e sistemi viari pesava 500 libbre, ovvero 226 kg, ed al suo interno era caricato con esplosivo ad alto potenziale.
Per poter procedere alle operazioni di disinnesco in sicurezza- si legge in un comunicato dello stesso Reggimento – è stato necessario chiudere per alcune ore il transito di alcune strade provinciali, la SP 4 e la SP 57.
Le fasi di messa in sicurezza dell’ordigno sul luogo in cui è stato rinvenuto sono durate circa 7 ore, successivamente la bomba è stata trasportata in una cava, dove i militari del 4° Reggimento Genio, nel pomeriggio, l’hanno fatta brillare distruggendola del tutto.
I guastatori entrati in azione possiedono una particolare specializzazione EOD (Explosive Ordnance Disposal), ma sono più comunemente indicati come artificieri; il Reggimento è intervenuto su disposizione del Comando Forze Operative Sud (COMFOP SUD) di Napoli a cui era pervenuta la richiesta da parte della Prefettura di Catania.
Sono 106 i residuati bellici rinvenuti in Sicilia che i militari del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo hanno distrutto nel corso del 2016.
Le capacità tecniche del personale ed i mezzi in dotazione all’Esercito garantiscono il prezioso intervento in caso di pubblica utilità e per la tutela dell’ambiente.
In particolare i Reparti del genio militare hanno una elevata connotazione “dual-use”, ovvero la capacità di cooperare con le autorità civili a favore della cittadinanza  e quella operativa espressa nei teatri operativi nelle missioni di pace all’estero in cui l’Esercito italiano è impegnato.
Frequentemente i genieri dell’Esercito operano a favore della comunità nazionale sia in caso di pubbliche calamità, sia per la bonifica dei residuati bellici ancora ampiamente presenti sul territorio italiano.
L’Esercito è l’unica Forza Armata preposta alla formazione degli artificieri di tutte le Forze di Polizia, Forze Armate e Corpi Armati dello Stato.

 

Print Friendly, PDF & Email