Per una scelta più consapevole, scuole acesi aperte ai potenziali iscritti


Un’ interessante iniziativa è stata attuata agli inizi di febbraio secondo un accordo fatto tra l’Assessorato alla Pubblica Istruzione, Servizio di Psicologia Scolastica e le scuole di Acireale che hanno aderito a tale proposta: l’istituto tecnico economico “A. Majorana”, l’istituto professionale statale industria artigianato e settore servizi “A. Meucci”, l’istituto tecnico industriale “G. Ferraris”, l’istituto tecnico per geometri, turistico e liceo artistico “F. Brunelleschi”, il liceo classico “Gulli e Pennisi”, il liceo socio pedagogico, il liceo delle scienze sociali e il liceo linguistico “Regina Elena”, il liceo scientifico “Archimede”.

Le scuole secondarie di II grado sono rimaste aperte per permettere ai ragazzi iscritti nelle terze classi della scuola secondaria di I grado di visitare le scuole e conoscerne i programmi, i laboratori, le aule, alcuni professori e alunni. Al liceo classico ad accogliere i ragazzi e i loro genitori in visita alla scuola sono stati gli alunni iscritti nella sez. B al terzo e al quinto anno. Angela Finocchiaro, alunna della classe 1 sez. B, ci ha detto: “Questa iniziativa è nata per dare un approccio familiare ai ragazzi. La scelta della scuola è importante e influirà sul proprio futuro. Siamo noi alunni ad accogliere i ragazzi proprio per fare in modo che coloro che vogliono visitare la scuola vengano accolti da loro coetanei.”

Elodie Cardonnet, anche lei alunna della 1 B, ha aggiunto”che quando si arriva alle scuole superiori solitamente c’è un distacco tra la vita della scuola media che è più semplice e la vita delle scuole superiori che può sembrare un ostacolo invalicabile, il fatto che ci siamo noi ad accogliere mette i ragazzi e anche le mamme che li accompagnano a proprio agio, li fa sentire più sicuri.” “A noi ragazzi, la prof.ssa Ardizzone, insegnante di latino e greco, ha chiesto se eravamo disposti a raccontare la nostra esperienza diretta a chi veniva per informarsi, ci ha spiegato Emanuele Liotta, anch’egli alunno, e siamo stati disponibili nell’accogliere questo suo invito”.

Il bilancio di questa iniziativa è stato molto positivo, i giovani in visita presso le scuole sono sembrati molto interessati  e motivati nella scelta della scuola superiore.

Laura Pugliatti