Proteggere il rene nel diabete. Conferenza del Lions e Upgc

0
108
convegno UPGC sul diabete

Sabato 8 aprile 2024, ad Acireale, nella sala multimediale dell’istituto San Luigi di via Galatea si è svolto un incontro sul tema “Consigli per proteggere il rene nel diabete”. Relatore prof. Pasquale Mario Fatuzzo, già prof. di ruolo di nefrologia-UniCT. Incontro voluto dal Lions International, Distretto 108YB Sicilia, Service Distrettuale Lions-Area Salute per la “campagna prevenzione diabete”.
L’organizzazione è dell’UPGC (Università Popolare Giuseppe Cristaldi) e del Lions Club Acireale.

Il presidente dell’UPGC, Angelo Pagano, porgendo i saluti agli intervenuti, ha ringraziato i dirigenti dei Lions augurando che questo evento sia l’inizio di una collaborazione futura. “Stasera celebriamo un evento eccezionale che coinvolge due comunità con finalità, intenti e scopi comuni a quell’umanesimo sociale a cui noi siamo  molto affezionati. Portare dei segnali di pace attraverso l’esercizio della cultura. Una cultura che deve essere interpretata non in senso sterile o propagandistico. Siamo lievito nella pasta; lievito, quella sostanza importantissima senza la quale la pasta non prenderebbe la sua forma di cibo.
Doniamo con sensibilità parte del nostro tempo alla comunità, visto che la nostra società è orientata solo a guardare la legge del profitto. Noi siamo quella componente della società che cerca di contrastare questa deriva consumistica insegnando la buona cultura”.

“Proteggere il rene nel diabete”, l’attenzione del Lions alla salute

Il presidente del Lions di Acireale, Rosario Arcidiacono, presenta i Lions, “sodalizio che opera nel mondo occupandosi di varie tematiche come ambiente, sanità, giovani, anziani, cultura ecc. Tra le loro tante attività, c’è anche l’attenzione alla salute rivolta al mondo degli anziani. Quelle persone che hanno dato già alla nostra società ma che hanno ancora voglia di dare spendendosi per essa. E, nello stesso tempo, sono persone vive, interessate ad apprendere. Ecco perché il tema di questa sera sembra particolarmente adatto al posto dove ci troviamo”.

Arcidiacono mostra entusiasmo raccontando il modo in cui è venuto a conoscenza dell’UPGC. E ha sottolineato come si sia trovata subito un’intesa per lavorare insieme per questo incontro, con l’auspicio di una collaborazione continuativa.

Pasquale Fatuzzo
Il prof. Pasquale Mario Fatuzzo

Il prof Fatuzzo spiega cos’è il diabete e come proteggere il rene

Dopo i saluti dei due presidenti organizzatori dell’evento ha preso la parola il prof. Pasquale Mario Fatuzzo entrando subito nel vivo della presentazione. Cosa si deve conoscere per proteggere il rene nel diabete? Il diabete – ha spiegato – Protè una malattia che compare quando l’organismo non produce insulina a sufficienza o non è in grado di utilizzarne adeguatamente i normali quantitativi. L’insulina è un ormone che regola la quantità di zucchero presente nel sangue. Un livello di zuccheri troppo elevato può causare problemi fisici di vario tipo.

Il diabete può provocare danni a reni, cuore, occhi e sistema nervoso. Ne possono derivare valori elevati di pressione arteriosa e l’irrigidimento delle arterie, l’ateriosclerosi, che sono la causa di malattie cardio-circolatorie.
Il diabete può danneggiare i vasi sanguigni dei reni. Il primo sintomo di questo deterioramento è rappresentato dalla presenza di albumina, una proteina, nelle urine. Se sui pazienti affetti da diabete viene condotto un esame dell’urina sufficientemente accurato da rilevare basse quantità di albumina, “microalbuminuria”, un tale deterioramento può già essere individuato ad uno stadio iniziale.

In stadi più avanzati la funzionalità dei reni può diminuire e va monitorata controllando i valori del GFR “tasso di filtrazione glomerulare” nell’esame del sangue per la creatinina. Se i reni sono danneggiati e non riescono a filtrare adeguatamente il sangue si verifica un accumulo di scorie nel sangue. Ne deriva una eccessiva ritenzione di acqua e sale che può causare un aumento del peso corporeo e gonfiore alle caviglie. Tenere i livelli di zucchero nel sangue sotto controllo diminuisce il rischio di ammalarsi di nefropatia cronica. E’ anche consigliabile effettuare almeno una volta all’anno l’esame delle urine per rilevare l’eventuale presenza della proteina albumina.

La pressione arteriosa deve essere misurata con la frequenza raccomandata dal proprio medico così come devono essere assunti eventuali medicinali per l’abbassamento della pressione se prescritti dal medico. Si raccomanda inoltre di effettuare esami del sangue per controllare i valori degli zuccheri e che i reni funzionino correttamente valutando i livelli di creatinina nel sangue. E’ inoltre fondamentale seguire una dieta specifica per diabetici, fare regolare attività fisica, evitare di fumare e di bere alcolici e andare dal proprio medico con la frequenza da questi raccomandata.

Perseguire l’umanesimo sociale

Le conclusioni sono affidate all’avvocato Mario Pavone, presidente della IV circoscrizione Lions distretto YB108. “Ho ascoltato con interesse le parole del presidente Pagano, ed ho scoperto che noi Lions e voi dell’UPGC abbiamo molte cose in comune; facciamo cose diverse, ma le facciamo con lo stesso spirito, con la stessa filosofia.

Mi è piaciuto, in particolare, il riferimento fatto all’umanesimo sociale, un concetto talmente ricco di significato che può essere declinato in molti modi. Per esempio, il motto della nostra presidente internazionale, Patti Hill, è Changing the world – Cambiando il mondo. Ecco, io credo che ciascuno di noi debba avere l’ambizione di dare il proprio piccolo contributo al cambiamento. Ma per farlo deve cominciare da sé stesso, migliorandosi e arricchendo il proprio patrimonio di conoscenze. Per questo credo che incontri come quello di questa sera vadano incoraggiati. Auspico una sempre più continua e proficua sinergia tra il nostro club Lions e l’UPGC, convinto come sono dell’importanza di divulgare e condividere informazioni e conoscenze”.

La serata si conclude con un momento di convivialità con un buffet di tavola calda e dolcini di paste di mandorle.

                               Giuseppe Lagona

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email