Ricordo / Il saluto della parrocchia a Mariella D’Amico

Pubblichiamo il toccante ricordo letto da Teresa Scaravilli a nome della Parrocchia Santa Maria degli Angeli di Acireale a conclusione del funerale di Mariella D’Amico.

“Voglio cantare al Signore finché ho vita, cantare al mio Dio finché esisto. A Lui sia gradito il mio canto; la mia gioia è nel Signore”.
Con le parole del Salmo 103, Mariella ha voluto ricordare i suoi 80 anni, nel gennaio dell’anno scorso, quando la malattia aveva preso il suo corpo e la obbligava a cure impietose.  Durante questi anni, non ha smesso di dire: “Sei tu, Signore, l’unico mio bene”.
Con questo canto nel cuore e con questa certezza, Mariella è stata per ciascuno di noi, madre, sorella, amica, compagna di cammino, testimone credibile dell’amore di Dio per ogni uomo.

Ognuno di noi potrebbe raccontare il proprio pezzo di storia personale per dire di Mariella il meglio che si possa dire di una persona cara.
Mariella desiderava che tutti potessero incontrare Gesù, come l’aveva incontrato lei, fin dalla giovinezza, convinta che questo incontro cambia la vita.

chiesa Santa Maria degli Angeli
Chiesa Santa Maria degli Angeli

Questo incontro era il sottofondo di tutte le catechesi, il tema di tanti colloqui amicali, il succo di tutte le parole di consolazione che si potessero dire in ogni occasione.

Mariella D’Amico maestra di scuola e di vita

Mariella è stata una Maestra, non solo perché avesse insegnato ai bambini le prime nozioni della vita. Ma perché lei è una di quelle donne, Maestre per indole naturale, che non smettono mai di insegnare con la loro vita, la VITA.
Questo ha continuato a farlo fino all’ultimo suo respiro, da quella Cattedra che era il suo letto o la sua poltrona, durante la malattia,  accogliendo con un sorriso speciale ciascuno, sempre,  e ringraziando. Parlava della sua malattia come se non fosse lei la malata, fidandosi delle cure che le venivano proposte e somministrate, senza commenti e senza esitazioni. Certa che il Signore, il Maestro per eccellenza, non l’avrebbe mai lasciata sola e mai avrebbe permesso alcun male.

Ci mancherai, Mariella! Faremo tutti fatica ad accettare di non vederti più, qui,tra noi.
Abbiamo, tuttavia, una certezza, nonostante la nostra debole fede.
Tu sei salita al cielo, accompagnata da una schiera di angeli per condurti all’incontro con il Redentore,  nel giorno di domenica, giorno di festa per i credenti. Noi ora ti pensiamo in cielo, in compagnia degli angeli e dei santi, a cantare  in coro davanti al trono di Dio, della SS. Trinità e della Madre sua e nostra, Maria Santissima, di cui porti il nome.

Il grazie a Mariella D’Amico della comunità santa Maria degli Angeli

Noi, da questa chiesa Santa Maria degli Angeli, per la quale hai speso le tue migliori energie, prendendotene amorevole cura e servizio, ci uniremo al tuo canto in ogni celebrazione eucaristica domenicale o feriale, dove possiamo rimanere ancora insieme con te tutti noi, che abbiamo ricevuto il tuo amore e ti abbiamo amato.

Ora, diciamo “Grazie” al Signore della vita, che ti donata a noi. “Grazie” anche a te, per il dono che sei stata per ciascuno di noi. E diciamo un altro grande: “Grazie”, perché attorno a te e alla tua famiglia, che si è presa cura di te con grande affetto, tanta tenerezza e totale e assoluta dedizione, è cresciuto tra tutti noi tanto amore vicendevole, fraterno e familiare, come tu ci hai sempre insegnato.

E continueremo a dire: “Grazie!”, rimanendo uniti a te nell’Amore, vincolo indissolubile di unione tra cielo e terra.  A Dio, Mariella!

Print Friendly, PDF & Email