Ricordo / La scomparsa del preside Nino Pulvirenti, uomo di grande cultura impegnato nel sociale

La scomparsa di Nino Pulvirenti  ad un’età ancora promettente, dopo dolorosi problemi di salute protrattisi per un mese, è un colpo duro per l’amata famiglia e per gli amici. Si rimpiangono tante giornate trascorse con lui, uomo di grande umorismo, che allietava con la sola, autorevole, presenza il vario, piccolo mondo cittadino. La sua voce baritonale animava serate particolari con pezzi musicali, specie di opere liriche.
La mia amicizia con lui risale alla “Gioventù studentesca” degli anni Sessanta, con l’assistente P. Cosentino, oggi missionario comboniano in Africa: Nino la frequentava con entusiasmo ed empatia. Esemplare la  vita di coppia con la moglie Mariolina, intenso l’amore verso i quattro figli.
Laureato in lettere, intraprende la vita di professore nella scuola Media “Vigo Fuccio La Spina”, dove ricopre anche l’incarico di vice preside per diversi anni; superato il relativo concorso, la sua impegnatissima vita di Preside, per molti anni fino alla pensione, si realizza  nella locale  scuola Media “Galileo Galilei” , educando gli studenti ad essere cittadini leali e onesti; magnifica, la sua testimonianza cristiana.
Promuove  per i suoi amati studenti eccezionali iniziative, oltre che culturali, d’ordine sociale e talvolta anche di operosa collaborazione con associazioni mirate al bene degli ultimi, meritando elogi da parte dei genitori degli studenti e della società. Per antonomasia, anche in pensione, viene identificato come  “Preside Pulvirenti”.
Pregevoli i viaggi all’estero, da lui organizzati durante le vacanze estive; il mio grato ricordo va alla partecipazione al viaggio di una quindicina di giorni in Messico e Guatemala, curato nei minimi particolari: le esperienze acquisite nella conoscenza di quelle lontane terre, ricche di antica storia artistica e sociale, e la visita della stupenda capitale, Città del Messico con ventidue milioni di abitanti, sono indimenticabili. Inoltre la fantastica vita comunitaria tra i ventitré compagni di viaggio, tra cui Nino Pulvirenti con la cara moglie, professori della Media  “Galilei”, qualche studente con genitori e vari amici, è indelebile.
Nella vita cittadina Nino Pulvirenti si è distinto per la sua attività, per l’onorevole impegno sociale, specie nel periodo in cui ricopre la carica di presidente del Club Kiwanis. Inoltre, nel Serra Club di Acireale, di cui Nino è stato attivo socio da alcuni anni, si è soprattutto qualificato nella vita di commissione del Concorso nazionale Studenti, con esiti studenteschi sempre molto positivi.

                       Anna Bella

 

Print Friendly, PDF & Email