“Sant’Alfio fonte di pace” / Premio all’impegno sociale di chi opera per la concordia nel mondo

0
219
Premio Sant'Alfio fonte di pace, i premiati

Esiste un albero definito “Monumento Messaggero di pace”. È il millenario Castagno dei Cento Cavalli. Questo monumento botanico è il motivo per cui è stato istituito un premio che s’intitola “Sant’Alfio Fonte di Pace”. Un evento rinnovato nel tempo per XVI edizioni.  Gli enti promotori sono il Comune di Sant’Alfio e il Club per l’Unesco di Acireale.

L’iniziativa mira ad evidenziare le eccellenze del territorio che si sono distinte in ambito culturale e dimostrino nessi con azioni di pace nel mondo. Per l’annualità corrente, l’Aula consiliare “Rosario Livatino” del Comune di Sant’Alfio è divenuta ribalta per premiare alcune personalità. Eccellenze meritevoli di essere accluse nell’apposito archivio in cui si registrano i premiati per la pace. Si ricordano, per il 2024, il soprano Mariagrazia Tringale per il Bel Canto, il direttore del giornale “La Voce dell’Jonio” Giuseppe Vecchio per l’opera “Versi di Pace” e l’impegno giornalistico ed Emanuela Iacono, per la dedizione al settore ambientale.

Nellina Ardizzone,sindaco Alfio La Spina e Giuseppe Vecchio
Nellina Ardizzone, sindaco Alfio La Spina e Giuseppe Vecchio

La consegna del premio si ammanta di valenza morale. Essa è stata realizzata dal sindaco Alfio La Spina e dal presidente del Club per l’Unesco di Acireale Nellina Ardizzone.
Si precisa che il Club Unesco di Acireale aderisce ad una confederazione associazionistica Unesco, senza fine di lucro, che opera secondo programmazioni, spirito di ideali e volontariato, in favore del maggior organismo.

Nelle singole motivazioni, a cura del presidente Ardizzone, si rintraccia linfa e humus vivificante, che s’interseca con episodi ed espressioni di pace conseguiti, nel tempo, dai premiati.
In più, il presidente Ardizzone, nel suo intervento, unisce parole di concordia a quelle di impegno sociale. Imbibisce la vereconda pace con effluvi di pace che valicano ogni barriera.

La “Staffetta della pace”, appendice del “Premio Sant’Alfio”

Il sindaco di Sant’Alfio La Spina, secondo un gergo amministrativo, parla di bilancio positivo dell’evento Premio “Sant’Alfio Fonte di Pace”. L’affermazione, comunque, è riferita non solum alla manifestazione legata al premio sed etiam, nel prosieguo, all’evento svoltosi del giorno successivo, dal titolo: “Staffetta della Pace”.

Staffetta della pace
Staffetta della pace

Le iniziative indicate sono state raggiunte da una rilevante missiva del Vaticano. Difatti, il Pontefice ha benedetto e condiviso gli eventi calendarizzati, che si appropriano di virtuosismo e rimano con Pax. Il vescovo Antonino Raspanti ha, infatti, dato un corrispondente/assennato valore all’attività elitaria di pace, comprensiva della “Staffetta per la Pace”. Una gara agonistica dalle virtù simboliche, narrata secondo canoni di pace per costruttori di pace.

Il sindaco comunica, ancora, che detta celebrazione agonistica o “corsa per la pace”, nel 2025 (prevista il 18 maggio prossimo), assumerà il senso competitivo. Si unirà al cosiddetto running di Sicilia. Lo spirito di partecipazione alla gara rimarrà, in ogni caso, invariato. La corsa per la pace, invero, si incastona come preziosa gemma nel messaggio di Pace, che ha messo radici nel Comune di Sant’Alfio, unitamente al suo millenario Castagno dei Cento Cavalli. Ormai la performance intellettiva e qualsivoglia sforzo si protendono verso la XVII edizione del premio, da celebrare l’anno venturo.

Mariagrazia Tringale ritira il premio
Il soprano Mariagrazia Tringale ritira il premio

Il Castagno dei Cento Cavalli simbolo della vita che si rigenera

Secondo una nota storica, il Castagno dei Cento Cavalli è un luogo ameno, visitato in ogni tempo, con interesse precipuo, ad esempio, nel periodo del Grand Tour. L’albero è, in particolare, testimonianza della potenza generatrice della natura fecondante e simbolo universale della forza della vita che nasce e sempre si rigenera.

Riguardo all’evenienza del premio, è intervenuto per un saluto il dirigente scolastico dell’ISS “Michele Amari”, prof. Giovanni Lutri. Egli ha riferito che il premio dà lustro al Comune di Sant’Alfio e all’intero hinterland della provincia catanese, onorando il territorio.
Ha presenziato, poi, in rappresentanza della Benemerita locale, anche il luogotenente Salvatore Toscano, comandante della Stazione Carabinieri di Sant’Alfio.

La squadra comunale, con i suoi assessori, ha manifestato adesione e conferito vivacità agli interventi, dando rilievo al detto: “Poiché le guerre nascono nella mente dell’uomo, è nella mente degli uomini che devono essere elevate le difese della Pace” (tratto dal Preambolo della “Costituzione Unesco”).

Emanuela Iacono premiata per l'ambiente
Emanuela Iacono premiata per l’ambiente regala un mappamondo in cartapesta al Comune

I premiati per l’informazione, la musica e l’ambiente

La frase nobilitante vuole sortire riflessioni per ogni azione belligerante che, ahimè, attenta alla vita umana, a quella di ciascun essere vivente e all’ambiente. Necesse est abilitarsi a “Versi di Pace”, secondo Giuseppe Vecchio, premiato per l’evento “Sant’Alfio Fonte di Pace”. Poetare, infatti, reca seco un’innovata cultura di Pace. Il direttore de “La Voce dell’Jonio” ricorda che gli ideali di Pace hanno in pectoreprincipia” di sentimenti quieti, rivolti a elogiare emozioni pacifiche. Inoltre, è importante impegnarsi ogni giorno per raccontare le cronache, cum grano salis, seguendo il sentore e il sentiero della verità.

Il premio alla cantante lirica Tringale vuole trasmettere, poi, un messaggio che nasce dal bel canto, Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’Unesco. Il canto lirico segue, con nobiltà d’animo, le movenze del cuore. Esso si identifica con l’insita volontà di manifestare la magnificenza del Creato, attraverso il riverbero di note canore e la dote d’emozionare ed emozionarsi! La cantante lirica ha eseguito, con l’accompagnamento musicale del pianista Dario Rapisarda: Arie di Vincenzo Bellini, Vaga Luna che inargenti e Casta Diva (Norma). A seguire, il pianista si è esibito in tandem con il violoncellista Alfredo Anastasio.

La Pace rima anche con ambiente e con il voler far bene per l’ambiente. Così, un’ulteriore premiazione è stata rivolta a chi, per l’appunto, fa il bene ed è a servizio dell’ambiente! Dopo l’aver esplicitato la terza motivazione, ecco far il nome di Emanuela Iacono, presentatasi con un mappamondo in cartapesta, quale omaggio alla PA di Sant’Alfio. Ella ha esordito asserendo l’importanza del riciclo e riuso di ogni oggetto che può assumere nuove sembianze e second life. Fare al meglio la raccolta differenziata dei rifiuti significa assicurare alla comunità un risparmio e fregiarsi di una sensazione che pacifica gli intenti morali verso se stessi e l’intera comunità!Premio Sant'Alfio fonte di pace

L’impegno dell’Unesco per tutto ciò che crea pace, cultura, benessere

Infine, Nellina Ardizzone – insignita della cittadinanza onoraria di Sant’Alfio, per il ruolo di ambasciatrice del Castagno dei Cento Cavalli – afferma, dal canto suo, che l’Unesco abbraccia vari settori ed estende gli interessi a tutto ciò che crea pace, cultura, benessere alle comunità mondiali. Così, anche la salvaguardia dell’ambiente rientra tra gli ambiti da disciplinare e rimirare per il bene comune e globale. In particolare, riferisce che l’Unesco riserva un segmento specifico alla sostenibilità ambientale, con un appuntamento dedicato in ogni annualità.

Attraverso versi di speranza e iniziative che collimano con “Versi di Pace”, si testimoniano azioni di cooperazione intellettuale e umanità. Azioni esplicitate grazie all’uso di alcuni mezzi e all’impegno di uomini di buona volontà.
Gli ambiti del sapere, cari all’Unesco, sono correlati a scienza, cultura, scienze sociali e comunicazione ed educazione. In maniera peculiare, l’educazione è fondamentale per formare le generazioni attuali e future e far imparare le regole della sana convivenza e ben esistere sulla terra. In chiosa, ecco un’esortazione: “Educarsi per Rispettare”, in primis, se stessi, a seguire gli altri e l’ambiente. Serve, in realtà, osservare il comandamento di Gesù Cristo: “Ama il prossimo tuo come te stesso”!

Infine, il premio “Sant’Alfio Fonte di Pace”, unitamente alla “Staffetta per la Pace”, rappresenta un punto di lumen da seguire, quale mentore illuminante, per aprirsi a spiragli di rivoluzionaria e ambita Pace!

 

Luisa Trovato

Print Friendly, PDF & Email