Calcio Catania / Sconfitta la Fidelis Andria, Sipos protagonista

Sconfitta la Fidelis Andria, Sipos protagonista al “Massimino” che riaccoglie nuovamente i tifosi dopo le traversie del Covid

Terreno di gioco in non perfette condizioni, manto poco curato in diverse zone del campo non ha nuociuto alla conquista della vittoria del Catania.

Vittoria che arriva dopo lo scivolone alla prima di campionato subito a Monopoli, dove la squadra di casa ha trafitto per ben tre volte l’undici di Baldini.

Un Baldini rincuorato da una prestazione diligente, a sprazzi si è visto pure del buon calcio e delle buone geometrie, ancora poco tempo però per trovare quella amalgama necessaria per affrontare il difficile campionato di lega pro.

Una squadra quasi totalmente rivoluzionata, con l’innesto di giovani interessanti e da scoprire lungo il torneo, che deve trovare adesso minutaggio e compattezza del gruppo.

Buona prestazione dei rossazzurri, Sipos protagonista

Baldini butta in mischia fina dalle prime battute il giovane attaccante Sipos, che non tradisce le attese e regala la vittoria ai rossazzurri con una doppietta importante.

Sicuramente tra le note positive del match anche la prestazione di Ceccarelli che ha ispirato entrambi i gol di Sipos e si è fatto vedere con delle giocate molto interessanti.

Ma hanno brillato anche Moro, Russini, il giovane Greco, Calapai sulla fascia e il nuovo numero 10 Kevin Biondi.

Maldonado invece detta i ritmi del centrocampo, è forse questo il reparto che occorre puntellare per dare maggiori alternative a Baldini per il proseguio del campionato. Ma andiamo alla gara…

La cronaca del match, succede tutto nel primo tempo

Al ‘2 minuto Ceccarelli si accentra e lascia partire da fuori area un fendente che impensierisce Dini.
All’ ‘8 minuto Ceccarelli con un pallonetto mette Sipos nelle condizioni di battere a rete per la prima rete rossazzurra. Catania in vantaggio.
Al ’20 si fa vedere dalle parti di Stancampiano, Casoli, che scaglia un tiro da fuori area facile preda dell’estremo rossazzurro. Sugli sviluppi di un calcio di punizione è Russotto a rendersi pericoloso con un tiro alto sopra la traversa.

Successivamente Di Noia si rende pericoloso con un colpo di testa parato da Stancampiano. Al ’45 sabatino svirgola il pallone lanciato da Ceccarelli che diventa facile preda di Sipos che si invola e batte per la seconda volta il portiere ospite.

Sconfitta nel primo tempo la Fidelis Andria

Il Catania conclude il primo tempo con un doppio vantaggio a firma Sipos che viene acclamato dal pubblico presente in tribuna.

Il secondo tempo è caratterizzato dal controllo del match da parte del Catania che lascia pochi spazi ad un modesto Fidelis Andria, ancora indietro con la preparazione.
Degno di nota solamente un tiro a giro di Russotto al minuto 31 che impensierisce Dini e che termina fuori di poco.

Una rondine non fa primavera, il cammino è sicuramente lungo e difficile, anche a causa della grave crisi economica societaria.
Ma un raggio di sole ha illuminato il percorso dei rossazzurri, incitati finalmente dal proprio pubblico, che fa ben sperare.

Giovanni Rinzivillo

 

 

Print Friendly, PDF & Email