Scuola / Ad Acireale incerta la ripresa delle lezioni per l’istituto San Michele, tutto ok per il San Luigi

L’avvio del prossimo anno scolastico è una problematica che, ancora in evoluzione per la pandemia del ‘Coronavirus’, presenta non poche incognite, visto che mancano risposte certe circa le modalità con le quali nelle varie scuole dovrà essere gestita questa fase particolare, soprattutto negli istituti paritari acesi, cioè il ‘San Michele’, che giunge al 147° anno di onorata attività, ed il ‘San Luigi’ dei ‘Fratelli delle Scuole Cristiane’.

Interno Istituto San Michele

Il Liceo Scientifico paritario del ‘San Michele’, per bocca dei ‘Padri Filippini’ da sempre gestori dell’istituzione, comunica che continuerà la propria vita sotto la guida del preside prof.
Giovanni Seminara (già da un decennio docente dell’Istituto), malgrado l’esiguo numero  di alunni possa far temere una possibile chiusura dell’attività.
Anche dal fronte del ‘San Luigi’ giungono notizie di continuità, attraverso una lettera circolare diramata dalla Direzione e rivolta a genitori, docenti e personale dell’Istituto.
In entrambi gli istituti, come in tutte le scuole, bisognerà comunque muoversi sulla base delle ordinanze ministeriali e dovrà anzitutto essere operata una sanificazione degli ambienti che dovranno accogliere l’utenza scolastica (docenti ed alunni). Il rientro in classe in questo mese di settembre, infatti, dovrà avvenire in conformità alle misure disposte dalle autorità sanitarie e governative nazionali per contrastare efficacemente ogni possibilità di contagio, visto che la fase d’emergenza non può dirsi ancora superata e poiché il settore scolastico è classificato ad un livello di rischio di aggregazione medio-alto.
In una lettera circolare, trasmessa lo scorso agosto dai Padri Filippini al dirigente scolastico prof. Giovanni Seminara, ai docenti ed al Presidente del Consiglio d’Istituto, ad alunni iscritti alle classi 2° e 3° Liceo Scientifico, nonché ad amici ed ex-allievi tutti, si rappresentano le difficoltà che l’esiguo numero di iscritti comporta perché si possano proseguire le attività didattiche nelle due suddette classi, per le quali si attende anche di capire l’evolversi della situazione negli istituti statali, in merito alla capienza effettiva delle classi in questo periodo di epidemia del Covid-19.

Istituto San Luigi

Anche riguardo alla data di inizio delle lezioni, c’è ancora incertezza in quanto, nonostante il Consiglio d’Istituto si sia già pronunciato per il 14 settembre, si sta vagliando l’ipotesi di posticipare il tutto al successivo 24 settembre, in conformità a quanto si verificherà per le scuole statali, i cui locali saranno nei giorni di domenica 20 e lunedì 21
adibiti a seggi elettorali per la consultazione referendaria.
Inoltre, i Padri Filippini offrono per gli alunni seminterni che lo desiderino il servizio pulmino giornaliero mattina e sera, il servizio mensa ed il doposcuola pomeridiano, con assistenza adeguata per le varie fasce di età, anche per le scuole elementari e medie, sia per lo studio sia per attività sportive e culturali varie (teatro, musica, biblioteca)

Nella circolare emessa dalla Direzione del ‘San Luigi’ si fa riferimento alla continuità dell’offerta formativa, con la riconferma dell’orario di permanenza a scuola, lo studio assistito ed i laboratori pomeridiani, la conservazione del servizio mensa organizzato su più turni e dell’esperienza della didattica on-line, con potenziamento della dotazione digitale e della connessione di rete. In questi primi giorni di settembre, sono, altresì, in fase di attuazione attività di formazione specifica per il personale docente ed ATA in materia di sicurezza ed utilizzo delle nuove tecnologie relativamente alle diverse mansioni e professionalità.
Inoltre,  nella lettera circolare si evidenziano alcuni capisaldi dell’attività didattica: l’orario scolastico giornaliero (8,15 – 13,15), la continuità del servizio mensa, organizzato su più turni, la riconferma dell’esperienza della DAD (didattica a distanza, on-line) ed il conseguente potenziamento della dotazione digitale e della connessione di rete per ogni evenienza. Ovviamente, il tutto non potrà prescindere dall’indispensabile responsabilità e collaborazione condivisa e collettiva tra docenti, alunni e famiglie, nel rispetto delle norme per il contrasto all’epidemia.
Al ‘San Luigi’, le attività didattiche inizieranno lunedì 7 settembre per la Scuola dell’Infanzia, mentre il successivo lunedì 14, con diversi turni, quelle per la primaria e secondaria di primo grado.

Nando Costarelli

Print Friendly, PDF & Email