Scuola / Ben sei docenti vanno in pensione quest’anno alla “Paolo Vasta”, salutati anche dal coro di voci “grigio-rosa”

Un gruppo numeroso di docenti della Scuola Media “Paolo Vasta” di Acireale ha lasciato quest’anno il servizio. Ben sei professori di varie materie, quasi tutto il corpo docente di un corso intero, si è messo in pensione: troviamo infatti una docente di lettere (Annita Schepis), una di matematica (Tina Vasta), una di musica (Maria Rosaria D’Amico), uno di tecnologia (Giuseppe Battiato), uno di arte (Filippo Chiarenza) ed uno di scienze motorie (Nino D’Anna). Mancano solo i docenti di lingue straniere e di religione ed il quadro sarebbe completo. Ci sono tra l’altro, tra i neo-pensionati, dei docenti presenti alla “Paolo Vasta” da molto anni e che erano divenuti dei punti di riferimento e delle colonne portanti di un certo rilievo.

Pensionati vecchi e nuovi alla “Paolo Vasta”

Com’è consuetudine, in coincidenza dell’ultima riunione di Collegio docenti dell’anno scolastico, a fine giugno, i suddetti docenti hanno ricevuto il saluto della dirigente scolastica, dei colleghi, del personale della scuola, nonché di parenti ed amici. La parte ufficiale della cerimonia si è svolta nel salone-teatro della scuola, durante la quale la dirigente Tina Di Vincenzo ha ringraziato i pensionandi per il fecondo lavoro svolto nell’ambito dell’istituto “Paolo Vasta” a beneficio degli alunni e di tutta la comunità scolastica. È pure intervenuto l’ex preside Rosario Musmeci che ha tracciato un profilo umano, personale e professionale – anche con una punta d’ironia – dei sei docenti interessati e, novità assoluta e inaspettata, si è pure esibito per l’occasione il neo-costituito coro di “voci grigio-rosa”, formato dalle docenti della scuola, che per l’occasione ha eseguito una parodia di famosi brani musicali con testo adattato per celebrare le imprese dei colleghi in uscita.

Un coro tutto al femminile per il saluto ai neo-pensionati

Commosso e vibrante il ringraziamento dei “sei”, rivolto ai colleghi, ai dirigenti vecchi e nuovi, agli alunni, alle famiglie, al personale non docente, alle istituzioni… Un piccolo ricordo personalizzato è stato offerto loro da parte della scuola, a memoria del periodo di servizio trascorso nell’ambito della “Paolo Vasta”.

Si è quindi svolto, nel cortile della scuola e con la presenza dei familiari dei festeggiati, un momento di convivialità con brindisi, saluti e auguri per un futuro sereno e ricco di tutt’altri impegni, diversi da quelli scolastici e lavorativi.

Nino De Maria