Serra club / Conferenza della prof. Ida Nicotra su diseguaglianze e solidarietà

Il Serra club di Acireale, dopo la battuta d’arresto a causa del Covid-19, è tornato in attività in presenza con un incontro nel salone del Seminario vescovile di Acireale.
La prof.ssa Ida Nicotra, Ordinario di Diritto Costituzionale all’Università di Catania, già componente dell’ANAC- Autorità Nazionale Anticorruzione, ha tenuto una conferenza su “Diseguaglianze, solidarietà e crisi della Rappresentanza”.
L’incontro è stato diretto dal Presidente del sodalizio, dott. Alfio Cristaudo, presenti la segretaria, prof. ssa Vera Pulvirenti e  don Marco Catalano, vice assistente religioso.Ida Nicotra tiene conferenza

La prof.ssa Nicotra ha rilevato come, durante la pandemia, in parecchi hanno perso il lavoro.   La drammatica crisi pone dei quesiti: la Sicilia sarà capace di equipararsi economicamente al Nord Italia e all’Europa Unita? L’oratrice ha dichiarato che tutto dipenderà da come si impegheranno le risorse, provenienti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Con chiaro riferimento alle missioni fondamentali, ovvero l’inclusione sociale, le infrastrutture materiali e digitali, la transizione ecologica.

Il diritto alla vita al centro della relazione di Ida Nicotra

La pandemia ha stressato tutto il mondo, intaccando pesantemente i diritti. Pertanto, l’uomo s’è trovato in condizioni di difficoltà per salvaguardare i propri. Inoltre, la pandemia ha provocato il distanziamento delle persone, per evitare il rischio di contagio.

Ida Nicotra e Arturo Grasso
Don Arturo Grasso e la prof. Ida Nicotra

Nel momento della vulnerabilità, si avverte fortemente il diritto alla vita, non più in modo normale, ma eccezionale, straordinario. La prof. Ida Nicotra ha riportato esperienze ospedaliere particolari, con scelte tragiche, eccezionali, data la fragilità di certe persone.
Le crisi politiche complicano la vita, tuttavia l’Europa Unita – ha sottolineato l’oratrice – ha capito che tutti insieme possiamo risollevarci, darci l’opportunità di vivere al sicuro, superare gli ostacoli.

In effetti, nella vita si presentano sempre problemi, a parte la pandemia, per cui bisogna dare a tutti la possibilità di osservare i principi fondamentali del vivere. Soprattutto curando l’educazione dei ragazzi e valorizzando il patrimonio culturale. Essere sempre al corrente delle vicende internazionali, nazionali e cittadine, per dare un contributo personale di partecipazione ecletticamente positiva.

                                                                 Anna Bella

 

 

Print Friendly, PDF & Email