Testimonianza / Carlo Strano, devoto di San Giuseppe Moscati: “Per sua intercessione, la grazia della guarigione”

“Reverendi Padri, sono un devoto di San Giuseppe Moscati e vorrei testimoniare una grazia ricevuta. Da un po’ di tempo mi è stata riscontrata una forte sindrome depressiva che mi avrebbe portato alla morte fisica e spirituale. Ma io credente in Dio, mi sono rivolto all’intercessione del Medico Santo per ottenere la grazia della guarigione. Adesso sto bene, e vorrei testimoniare le sue doti di medico eccezionale e Santo su questa rivista e in tutte le parrocchie del mio paese che è Riposto. Ringrazio il buon Dio che ha accolto l’intercessione del Medico Santo”. Parole semplici, dirette, piene di gratitudine. È la testimonianza resa al Bollettino di Napoli di San Giuseppe Moscati da Carlo Strano, originario di Gravina di Catania ma da anni residente a Riposto.

Carlo Strano, classe 1938, è un nostro affezionato lettore e ha voluto condividere con noi questa grazia, la grazia del miracolo.
“Il più indistruttibile dei miracoli è la fede umana in essi”, ha detto San Giovanni Paolo II. Accogliendo la testimonianza di Carlo, ci pare particolarmente importante sottolineare il dato della fede: essa non è innanzitutto un “credere che” (ad esempio che Dio esista) ma è un atto di fiducia nel Signore. Si tratta di aderire al Signore, di legarsi a lui, di mettere fiducia in lui fino ad abbandonarsi a lui in un rapporto vitale, personalissimo.

Carlo Strano accanto al quadro che ritrae San Giuseppe Moscati

Pensionato e con un passato lavorativo come impiegato della Camera di Commercio, Carlo Strano è stato anche seminarista e da allora non ha più abbandonato lo studio delle Sacre Scritture.

“Mio padre ha già avuto modo di rendere la sua testimonianza nelle parrocchie di Riposto durante le messe. Adesso – ci ha confidato il figlio Giuseppe – stiamo cercando di organizzare un gruppo di preghiera tra Giarre e Riposto. Vogliamo anche organizzare un pellegrinaggio nella chiesa del Gesù Nuovo dove si conservano le spoglie di San Giuseppe Moscati”.

Chi è San Giuseppe Moscati? Nasce a Benevento nel 1880. È possibile che la decisione di scegliere la professione medica sia stata in parte influenzata dal fatto che negli anni dell’adolescenza Giuseppe Moscati si era confrontato, in modo diretto e personale, con il dramma della sofferenza umana. Celebre e ricercatissimo nell’ambiente partenopeo quando è ancora giovanissimo, il professor Moscati conquista ben presto una fama di portata nazionale ed internazionale per le sue ricerche originali, i risultati delle quali vengono da lui pubblicati in varie riviste scientifiche italiane ed estere. Queste ricerche di pioniere, che si concentrano specialmente sul glicogeno ed argomenti collegati, assicurano al Moscati un posto d’onore fra i medici ricercatori della prima metà del nostro secolo.
Il Moscati è uno scienziato di prim’ordine; ma per lui non esistono contrasti tra la fede e la scienza: come ricercatore è al servizio della verità e la verità non è mai in contraddizione con se stessa né, tanto meno, con ciò che la Verità eterna ci ha rivelato.

D.S.