Europei di calcio / Croazia, basta un capolavoro di Modric: 1-0 alla Turchia

Nel girone D, probabilmente il più equilibrato di Euro 2016, la prima sfida tra Turchia e Croazia vede trionfare la nazionale croata grazie alla perla di Luka Modric al 41′. La nazionale guidata dal gioiello di Zara avrebbe potuto vincere in maniera molto più larga il match, ma i vari Brozovic, Perisic e Srna non sono riusciti a concretizzare, complici i due legni colpiti, le diverse occasioni da rete costruite. Modesta la partita della Turchia, squadra che resta comunque da non sottovalutare affatto in virtù delle indubbie qualità tecniche di molti suoi uomini.

Ante Cacic, C.T. della nazionale croata manda in campo un 4-2-3-1 con il portiere del Monaco, Danjiel Subasic tra i pali e la difesa a quattro con Corluka e Vida al centro oltre che il capitano Dario Srna a destra e a sinistra il terzino del napoli Ivan Strinic. Centrocampo pieno di talento composto dal faro del Real Madrid Luka Modric e Badelj come mediani più Ivan Rakitic del Barça e gli “italiani” Brozovic e Perisic a sostegno dell’uomo più avanzato, il bomber bianconero Mario Mandzukic.

Dall’altra parte, Fatih Terim manda in campo una formazione speculare con Babacan in porta e la difesa a quattro composta da Gonul, Topal, Balta e Erkin. A centrocampo ci sono Tufan, Inan,  Ozyakup e soprattutto Calhanoglu e Arda Turan, mentre come terminale d’attacco c’è Cenk Tosun, il forte centravanti del Besiktas.

Primo tempo

Il match appare subito divertente, con entrambe le formazioni che non si risparmiano nella corsa, nelle giocate raffinate e nelle precise verticalizzazioni. Ottimo da subito l’approccio degli uomini di Cacic, subito pericolosi dopo appena sessanta secondi di gioco con la prima conclusione di Rakitic che colpisce in scivolata la palla, finita fuori di un metro. La Turchia si affaccia per la prima volta dalle parti di Subasic al 12′, con la conclusione dai venti metri ma nient’affatto pericolosa di Ozyakup.

La nazionale croata gioca molto sulla fascia, in particolare quella destra, grazie alla spinta data da Srna e Brozovic. Molte le paIle alte per Mandzukic  che al 16′ stacca di testa senza però impensierire la retroguardia turca. La prima conclusione del match nello specchio della porta arriva al 27′ e porta la firma di Badelj, il cui tentativo al volo viene neutralizzato dall’attento portiere turco. Appena un minuto dopo è però la nazionale guidata da Terim a sfiorare il vantaggio: Ozan Tufan stacca poderosamente di testa da posizione ravvicinata, ma non riesce ad angolare la traiettoria del pallone e Subasic riesce a salvarsi sulla linea. I cambi di fronte sono continui ma è la Croazia soprattutto a fare gioco. Al 38′ ci prova ancora Mandzukic dopo un interessante schema da calcio d’angolo, ma la sua conclusione centrale non può impensierire Babacan. Tre minuti più tardi il “gioiello di Zara” Luka Modric porta in vantaggio la sua nazionale con una splendida rete. Il registra del Real Madrid calcia potente al volo da fuori area sfruttando il rinvio sbilenco del difensore turco e battendo Babacan, un po’ in ritardo nel tuffo.

Secondo tempo

Subito emozioni nella seconda frazione di gioco con la punizione di Srna che colpisce la traversa. Si salva Babacan, rimasto totalmente immobile e la Turchia che resta sotto solo di una rete. Due minuti dopo lo stesso Srna non riesce a porta vuota a raddoppiare per la Croazia, calciando fuori da buona posizione con il portiere turco a terra dopo la respinta sul cross di Perisic.

Al 60′ sfiora il raddoppio Brozovic con una gran conclusione a giro, finita di poco alta sopra la traversa. Sei minuti dopo ancora Brozovic non riesce a correggere in rete per un soffio, mentre al 71′ Perisic colpisce il secondo legno del match incrociando il pallone di testa. Per cercare di rimettere in moto una Turchia assopita, Terim toglie a sorpresa Arda Turan e inserisce Burak Yilmaz e il diciottenne talento appena acquistato dal Borussia Dortmund, Emre Mor, al posto dello spento Tosun. Gli effetti però non sono quelli sperati ed è la Croazia, apparsa nettamente superiore agli avversari, ad avere ulteriori occasioni da rete. Gli uomini di Cacic non riescono però a siglare il raddoppio e il match finisce sul risultato di 0-1: la Croazia, subito a pieni punti nel girone D, conferma di essere molto più che un’outsider di questi Europei di Francia.

Gabriele Pulvirenti

Il Tabellino

Turchia-Croazia 0-1

MARCATORE Modric al 41′
TURCHIA (4-3-3) Babacan; Gonul, Topal, Balta, Erkin; Tufan, Ianan, Ozyakup (dal 1′ s.t. Sen); Calhanoglu, Tosun (dal 24′ s.t. Emre Mor), Arda Turan (dal 20′ st Burak Yilmaz). (Kivrak, Tekin, Kaya, Calik, Sahin, Sahan, Koybasi, Malli, Ozbrayrakli). All. Terim.
CROAZIA (4-2-3-1) Subasic; Srna, Corluka, Vida, Strinic; Modric, Badelj; Brozovic, Rakitic (dal 44′ s.t. Schildenfeld), Perisic (dal 41′ s.t. Kramaric); Mandzukic (dal 48′ s.t. Pjaca). (Vargic, L. Kalinic, Vrsaljko, Jedvaj, Kovacic, Rog, N. Kalinic, Coric). All. Cacic.
ARBITRO Eriksson
Ammoniti: Tosun, Balta, Sen e Strinic