Vangelo domenica 10 dicembre / Annunciare l’amore di Dio nelle difficoltà della vita

0
107
Vangelo mc 1,1-8

Canto al Vangelo domenica 10 dicembre ( Lc 3,4.5 )

Alleluia, alleluia. Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio! Alleluia

Vangelo domenica 10 dicembre ( Mc 1,1 – 8 )

Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio.
Come sta scritto nel profeta Isaìa: «Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero: egli preparerà la tua via. Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri», vi fu Giovanni, che battezzava nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati. Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e miele selvatico. E proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».
Parola del Signore.

Riflessione sul vangelo di domenica 10 dicembre

La Liturgia di questa seconda domenica di Avvento, presenta il brano del vangelo di Marco nel racconto di Giovanni Battista che prepara la via a Gesù.
Il brano si apre con la presentazione di Giovanni Battista che viveva nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati. Accorrevano a lui dalla regione della Giudea e da Gerusalemme per farsi battezzare nel fiume Giordano.Vangelo mc 1,1-8

Giovanni Battista, mentre la folla accorreva a lui, annunciava la venuta di Gesù, il Messia atteso dalle genti, e proclamava: “Viene dopo di me colui che è più forte di me:io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo”.
Giovanni Battista è il precursore di Gesù, colui che nel deserto gridava di raddrizzare la via al Signore. “Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri”.

Giovanni Battista e’ una preziosa testimonianza per la vita del cristiano. Esempio di un grande amore per Dio, per i fratelli ed esempio di umiltà e di coraggioso annuncio allo stesso tempo.
Il cristiano, infatti, è chiamato a vivere nella sobrietà del necessario, guardando ai bisogni dei fratelli più bisognosi, senza lasciarsi inebriare dalla mondanità della vita.

E’ chiamato inoltre, a saper gridare nel deserto dell’indifferenza e dei cuori induriti, di raddrizzare i sentieri, di appianare le valli. Il cristiano è chiamato ad annunciare nel suo quotidiano l’amore di Dio, sapendo aprire nel deserto delle situazioni più difficili, strade nuove di speranza.
Tutto questo il cristiano deve compierlo nell’umiltà, operando il bene solo per la gloria di Dio e non per personali interessi o per apparenza.

Il Tempo di Avvento è un tempo prezioso per entrare nel proprio cuore ed ascoltare la voce di Dio che invita a raddrizzare i sentieri ed appianare le valli per accogliere Gesù.
Come prega il Salmista biblico nel Salmo Responsoriale di questa Domenica: “Ascolterò che cosa dice Dio, il Signore: Egli annuncia la pace, per il suo popolo, per i suoi fedeli. Mostraci, Signore, la tua misericordia, e donaci la tua salvezza”.

Letizia Franzone

 

 

Print Friendly, PDF & Email