Zafferana / Gemellaggio con la maltese Nadur per promuovere scambi turistici e culturali

Zafferana Etnea ha vissuto con emozione e partecipazione il gemellaggio con il Comune maltese di Nadur.  Una cerimonia – si legge in una nota del Comune –  intensa e ricca di significato   quella che si è tenuta nella gremita aula consiliare del Palazzo di Città con i due sindaci che hanno sottoscritto ufficialmente l’accordo che faciliterà scambi turistici, culturali ed enogastronomici tra le due cittadine.
E’ stato il primo cittadino di Zafferana, Alfio Vincenzo Russo, insieme con gli assessori Giovanni Di Prima, Graziella Torrisi e Salvo Russo, unitamente ad altre autorità civili e militari tra cui il parroco della chiesa Madre, padre Gigi Licciardello, ad accogliere la folta delegazione maltese capitanata dal sindaco di Nadur (Gozo), Edward Said.

I due sindaci firmano il gemellaggio

Nell’atrio del Municipio è stata scoperta la targa commemorativa dell’evento a cui è seguita la cerimonia nella Sala di rappresentanza comunale. I due sindaci hanno spiegato il percorso attraverso il quale si è convenuto di stipulare il gemellaggio, illustrandone le prerogative ed i vantaggi per le due comunità.
La serata, brillantemente organizzata nei dettagli da Caterina Coco e Filippo Leonardi, è stata allietata dalle applaudite esibizioni della Corale zafferanese Schola Cantorum Aetnensis diretta dal maestro Santo Russo. Particolarmente seguita dalla numerosa platea è stata la proiezione di foto e video che hanno dettagliatamente illustrato le realtà paesaggistiche, culturali ed architettoniche di Zafferana Etnea e Nadur.

La firma sui registri ufficiali ha, quindi, convalidato il gemellaggio Zafferana-Nadur che vivrà adesso un ulteriore momento aggregativo in occasione della già programmata cerimonia in terra maltese che sancirà definitivamente l’accordo.

Print Friendly, PDF & Email