Acireale / All’opera al Comune 30 percettori del Rdc

 

Mattinata intensa – recita una nota dell’ufficio stampa del Comune di Acireale – quella di oggi sul fronte dei Progetti di utilità collettiva (Puc), legati alla misura del “Reddito di cittadinanza” che condiziona l’erogazione del beneficio alla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro e all’inclusione sociale.

I progetti, curati nei dettagli dall’assessorato alle Politiche sociali, retto dalla dott.ssa Palmina Fraschilla, sono denominati “Un amico a scuola”, “Accoglienza civica”, “Archivi in ordine per i cittadini” e coinvolgono trenta percettori del reddito di cittadinanza.

Nella caserma della Polizia municipale, il luogotenente Salvatore Pennisi, alla presenza dell’assessore al ramo, avv. Mario Di Prima, ha istruito i 16 soggetti coinvolti nel progetto “Un amico a scuola”, destinati ad essere impegnati in un servizio di vigilanza a tutela degli scolari e all’uopo dotati di pettorine e palette, così da essere riconoscibili.

All’Ufficio Anagrafe è partito il progetto “Accoglienza civica”, riservato a sette soggetti che la dott.ssa Giulia Cosentini ha distribuito in vari turni, affidando loro il compito di disciplinare l’accesso dell’utenza nei singoli uffici, coadiuvando il Personale di ruolo ed in aggiunta al medesimo.

Infine, il progetto “Archivio in ordine per i cittadini”, coordinato dalla dott.ssa Maria Concetta Gravagno che stamani ha incontrato cinque dei sette soggetti individuati, ai quali verrà affidato, nell’immediatezza, il compito di catalogare alcuni documenti del Comune, al fine anche di renderli fruibili nell’immediatezza ed allorquando possano servire per vari fini.

 

Print Friendly, PDF & Email