Acireale / Arriva “La tutela degli onesti”: così il comune affronta per primo in Italia il problema del sovraindebitamento per le famiglie e le pmi

Il Consiglio comunale di Acireale ieri sera, nel corso dell’ultima seduta, ha approvato unanime il untitledregolamento dell’Organismo di composizione della crisi  (Occ)da sovraindebitamento “La tutela degli onesti”. Il regolamento disciplina l’organizzazione interna dell’Occ, il primo in Italia costituito da un Comune, che erogherà il servizio di gestione della crisi da sovraindebitamento previsto dalla legge 3 del 27/01/2012. ‹‹Siamo tristemente consapevoli – ha affermato il sindaco Roberto Barbagallo – di quante siano le famiglie e i piccoli imprenditori schiacciati dai debiti, che non riescono più ad avere un ruolo attivo nella società e nell’economia”.

A gestire l’Occ “La tutela degli onesti”, sarà il presidente dell’ dell’associazione “I Diritti del Debitore”, Salvatore Alessandro, incaricato dal sindaco di Acireale, come consulente a titolo gratuito. Acireale è il primo comune in Italia ad affrontare il problema del sovraindebitamento per le famiglie e le imprese. E’ stato già attivato, si legge dalla nota stampa dell’ente, lo sportello di consulenza, ma ben presto negli uffici comunali esisterà l’Organismo che predisporrà Piani di ristrutturazione del debito che portano ad abbattimenti del debito o di ristrutturazione delle aziende. La legge 3 del 2012 prevede che il cittadino abbia un tenore di vita dignitoso, la prima fetta del reddito disponibile è ciò che serve per vivere in maniera dignitosa, la differenza è destinata al pagamento del debito.

La dichiarazione del sindaco Barbagallo: “Le statistiche contano circa il 60% di famiglie sovraindebitate e sopravvivere con il peso di dover destinare in alcuni casi addirittura l’80% dello stipendio alle agenzie finanziarie è impensabile. Mesi fa abbiamo stipulato una convenzione con l’Associazione “I Diritti del Debitore”, che si è fatta portavoce della legge 3 del 2012, che prescrive che ogni cittadino, anche se gravato da debiti e interessi, deve continuare a mantenere un tenore di vita dignitoso. E’ stato attivato uno sportello di consulenza gratuita per i nostri concittadini e l’approvazione del Regolamento, per cui ringrazio il Consiglio che si è espresso unanime, è l’ultimo step propedeutico per la costituzione dell’ Organismo di Composizione della Crisi del Comune di Acireale, che sarà iscritto nel registro del Ministero di Giustizia e avrà competenza sul territorio del Tribunale di Catania”.

Print Friendly, PDF & Email