Acireale Calcio / Docufilm “Un miracolo chiamato serie B”

0
186
Acireale docufilm calcio miracolo Serie B

Non è una mattina come tutte le altre, ad Acireale, quando si tiene la presentazione di un docufilm nostalgico e prosperoso per la città, ossia “Un miracolo chiamato serie B”. Una non comune conferenza stampa, perché la scena la ruba un docufilm che celebra una storica stagione dell’Acireale calcio, per una durata di un’ora e 10 minuti, poi riproiettato la sera nello storico cinema Margherita.

Calcio / Il docufilm nasce da un idea di Graziano Fontana

Il documentario è stato curato dal giovane Graziano Fontana, da anni ormai appassionato e divulgatore di immagini di repertorio degli anni d’oro dell’Acireale Calcio, attraverso la piattaforma Youtube, con il canale “Jacitani”. Il docufilm nasce per casualità, perché a Graziano, attraverso i suoi video andati virali su Youtube, è venuta l’idea di realizzare un lungometraggio del “preludio” dell’Acireale Calcio, all’indomani della serie B. Inizialmente doveva essere solamente destinato alla piattaforma, ma grazie ai consigli di alcuni suoi amici, l’idea si è concretizzata in una esposizione cinematografica al cinema Margherita, di Acireale.

Calcio / La passione per l’Acireale

Il canale “Jacitani” nasce in maniera casuale, con il desiderio di Graziano di pubblicare immagini e momenti salienti delle partite che andava a vedere. Successivamente era diventato virale il suo ricordo verso l’Acireale in serie C negli anni 2000. Graziano si è presentato come un nostalgico, appassionato di storie emozionanti che solo il calcio può regalargli. La sua devozione per l’Acireale iniziò quando i suoi genitori gli regalarono dei gadget da tifoso granata, in occasione del traguardo acese in serie B.

Acireale docufilm miracolo Serie B

Un episodio storico per la piazza Acese, raggiunto in seguito alla stagione del 92-93 in Serie C1. Seppur con una grande stagione calcistica, l’Acireale salì anche per l’esclusione del Perugia per illeciti sportivi. La Serie B del 93’ era quasi assimilata alla serie A, perché diverse squadre avevano giocatori di grande calibro, come Chiesa col Modena, Vieri col Ravenna, Pippo Inzaghi col Verona, Batistuta con la Fiorentina.

Calcio / Quando Acireale vinse in Serie B 

La prima volta allo stadio per Graziano fu nel 2002, nell’era di Antonino Pulvirenti, durante il match Acireale – Igea Virtus vinto dagli acesi. Durante la conferenza stampa, Graziano si è reso portavoce del famoso episodio accaduto durante lo scontro salvezza per l’Acireale contro il Bari. Durante quella giornata, giocava anche il Cesena contro il Cosenza, che vinse 1-0 permettendo all’Acireale di restare matematicamente in Serie B. Ma l’episodio cruciale di quella giornata fu che la partita dell’Acireale cominciò in ritardo, a causa della scomparsa delle bandierine dei calci d’angolo. Fu un atto di furbizia per poter permettere ai tifosi e ai calciatori acesi di seguire, attraverso una radiolina, il match del Cesena.

Calcio / Il docufilm è un omaggio nostalgico agli anni d’oro dell’ Acireale

Non è un caso che la proiezione sia datata per il 13 giugno, che celebra il trentennale dello storico spareggio salvezza in serie B fra Acireale e Pisa, allo stadio “Arechi”, di Salerno. Questo docufilm è un’occasione per ricordare le radici acesi, ma anche per far comprendere che nel calcio di tutto può accadere e che gli anni d’oro, magari, possano tornare ad Acireale. Renderà anche omaggio a tutti quei protagonisti di questa ascesa sportiva, che resta indimenticabile. Per gli organizzatori è stato sorprendente motivo d’orgoglio sapere che alla proiezione, oltre ad esserci dei tifosi granata giovani, fossero presenti anche tifosi anziani che non vanno più allo stadio ormai da anni. Per un’occasione di ricordo e condivisione di quei momenti storici e felici trascorsi insieme.

Calcio / Gli ospiti in sala durante la proiezione 

Tra gli ospiti di una cerimonia d’eccezione, diversi protagonisti di questo “miracolo sportivo”. Tra questi il mister Papadopulo, e gli ex giocatori come Di Dio, Lo Giudice, Sorbello, Nuccio,  Favi, Amato, Cancelli e Infantino, che abbiamo intervistato ad ampio raggio rispetto a certi ricordi a margine della serata nel video a seguire:

Intervista Papadopulo Acireale

Alessio Piro

Print Friendly, PDF & Email