Acireale / Finanziate due borse di studio dall’Ordine Costantiniano per l’Odontoiatria Speciale dell’ospedale

Mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale, e l’avvocato Antonino Amato, referente per Catania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, guidato dal principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie – si legge in una nota dell’Asp di Catania – hanno visitato, questa mattina, il reparto di Odontoiatria Speciale dell’Ospedale di Acireale.
Una visita di cortesia, ma anche l’occasione per i vertici dell’Asp di Catania per ringraziare il presule e l’avv. Amato, in rappresentanza dell’Ordine Costantiniano, per aver beneficiato il reparto con la somma di 10 mila euro grazie alla quale sono state finanziate due borse di studio per due professionisti esperti, in supporto alla struttura.
Sono intervenuti: il direttore sanitario dell’Asp di Catania, dr. Antonino Rapisarda; il direttore amministrativo, dott. Giuseppe Di Bella; il direttore medico del Presidio, dr. Alfio Cristaudo.
Gli ospiti sono stati accolti dal direttore dell’Unità Operativa, prof. Riccardo Spampinato.
Il dr. Rapisarda ha portato i saluti del direttore generale, dott. Maurizio Lanza, assente per inderogabili impegni istituzionali, e ha ringraziato l’Ordine Costantiniano per la generosità e la solidarietà espresse.
«È un gesto di attenzione verso i più fragili delle nostre comunità e verso gli operatori che quotidianamente svolgono la loro attività a servizio degli utenti – ha detto -. In questi giorni di grande emergenza, i cittadini hanno spesso ringraziato gli operatori sanitari per il grande lavoro svolto. Il mio auspicio è che questo sentimento sia vivo nella società anche dopo l’emergenza, perché ogni giorno gli operatori sanitari sono a fianco dei cittadini per aiutarli, sostenerli e curarli, con la stessa attenzione, la stessa competenza e la stessa umanità che hanno dimostrato in questo momento di grande difficoltà per il Paese».
Nel mese di aprile, la Onlus del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, considerato uno dei più antichi ordini cavallereschi, nata con la finalità di pubblica utilità e solidarietà sociale, ed in particolare di attività di beneficienza e assistenza ospedaliera, grazie alle donazioni ricevute attraverso la campagna avviata su constantinianorder.charity, ha deciso di beneficiare tre importanti strutture ospedaliere del territorio siciliano, fra le quali l’Odontoiatria Speciale di Acireale.
«Sono molto contento di essere stato tramite della bontà e della solidarietà di tante persone, in giro per il mondo, legate all’Ordine Costantiniano – ha detto mons. Raspanti -. Sono stato semplicemente un aggregatore di questa iniziativa, dando la possibilità che questo contribuito venisse rivolto a questo reparto. per rimettere in moto l’attività di una piccola parte della grande macchina di questa struttura».
«Voglio anch’io ringraziare l’Ordine Costantiniano – ha aggiunto il dott. Di Bella – che, a conferma dei nobili intenti del sodalizio, ha pensato a sostenere un servizio che, al di là dell’urgenza dell’epidemia, assiste utenti di particolare fragilità contribuendo a dare un sorriso a persone che questo sorriso hanno difficoltà ad esprimere. Rivolgo la mia gratitudine anche a mons. Raspanti. Con la sua presenza e il suo mandato pastorale lo abbiamo avvertito molto vicino alla sanità acese e alla sanità provinciale in un momento di grande difficoltà per la collettività».
L’Ordine Costantiniano ha assegnato le borse di studio al dr. Carmelo Leocata, ortognatodontista; e alla dr.ssa Alessandra Scoglio, terapista della riabilitazione oro-buccale.
«In occasione della pandemia, l’Ordine Costantiniano, per volere del principe Carlo di Borbone, ha promosso una raccolta di fondi che ha poi devoluto a tre strutture sanitarie della Sicilia, fra le quali il reparto diretto dal prof. Spampinato – ha detto l’avv. Amato – . La nostra presenza oggi vuole confermare l’attenzione dell’Ordine Costantiniano verso questa preziosa attività, incontrando gli operatori ed esprimendo loro la nostra vicinanza e solidarietà. L’Ordine Costantiniano è, inoltre, impegnato sul territorio anche con il progetto “Briciole di salute” con il quale vogliamo sostenere, in questo difficile momento, le famiglie bisognose, con bambini da 0 a 3 anni, con donazioni mensili di presidi per la prima infanzia, pannolini, omogeneizzati».
All’incontro di oggi era presente anche il personale medico, infermieristico e ausiliario del reparto che rappresenta un’eccellenza nel panorama sanitario regionale.
«È stato un onore, per noi, accogliere mons. Raspanti e l’avv. Amato, in rappresentanza dell’Ordine Costantiniano. Abbiamo mostrato la ragione dell’utilità della loro donazione – ha spiegato il prof. Spampinato -. Le borse di studio sono state assegnate a due professionisti che hanno da sempre collaborato con la struttura: il dr. Leocata, che segue i casi di ortodonzia che abbiamo preso in carico, assistendo ben 50 pazienti; la dr.ssa Scoglio, che assicura il percorso di riabilitazione masticatoria e del linguaggio per tutti i nostri pazienti disabili».

Print Friendly, PDF & Email