Arte e disabilità / Riconoscimento del sindaco di Acireale all”associazione Guardastelle

0
49
l'associazione Guardastelle al comune di Acireale

L’1 giugno il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo, l’assessore alla Cultura Enzo Di Mauro e l’assessore alle Politiche Sociali Valentina Pulvirenti hanno ricevuto a Palazzo di Città l’associazione culturale Guardastelle.

L’associazione Guardastelle ha ottenuto un grande successo al Festival Nazionale di Teatro e Disabilità “Lì sei vero” di Monza. Lo scorso 26 maggio lo spettacolo “Rosso, la bottega dei bottoni” ha conquistato i premi per il miglior spettacolo teatrale e per la migliore regia.

L’Amministrazione ha voluto ringraziare a nome di tutta la Città l’associazione acese per l’impegno profuso nel promuovere il teatro inclusivo, un palcoscenico aperto a tutti, senza barriere. In segno di riconoscimento sono stati consegnati ai protagonisti di Rosso i simboli della Città.
Erano presenti Gabriella Fichera e Paolo Filippini, i ragazzi dell’associazione, che conta ben 90 iscritti, e i loro familiari e rappresentanti del consiglio comunale.

assessore Di Mauro, assessore Pulvirenti, sindaco Barbagallo e un ragazzo dell'associazione Guardastelle
Da sx: l’ass.Enzo Di Mauro, l’ass. Valentina Pulvirenti, il sindaco Roberto Barbagallo e un ragazzo dell’associazione Guardastelle

Il plauso del sindaco all’associazione Guardastelle

“Grazie! Siete stati bravissimi e non lo pensiamo solo noi, ma la giuria che vi ha valutato e vi ha assegnato i premi più importanti e tanti riconoscimenti. Come Amministrazione- ha detto il sindaco – faremo di tutto per consegnarvi uno spazio adeguato per continuare a lavorare e divertirvi con la vostra creatività. Il momento di oggi è semplicemente un riconoscimento alla vostra bravura”.

“Voi riuscite ogni giorno a testimoniare concretamente quanto sia importante l’inclusione e cosa significhi pari opportunità. Ogni volta che siete su quel palco noi ci emozioniamo e oggi siamo emozionati come istituzioni perché avete portato lontano e in alto il nome della nostra città – ha sottolineato l’assessore Pulvirenti. Non è facile trasmettere emozioni e voi riuscite a farlo sempre, vi aspettiamo sul palco in questa estate ricca di eventi”.i ragazzi dell'associazione Guardastelle

Un filo d’amore che tiene uniti

“Questa è la casa degli acesi e noi qui vi abbracciamo a nome di tutti gli acesi. Giovedì scorso, quando vi ho salutati prima della partenza, vi ho detto che sareste tornati vincitori. Il problema è che non solo avete vinto, ma avete trionfato anche nelle categorie speciali. Ne ero certo perché la vostra bravura va oltre i confini – ha ricordato l’assessore Di Mauro. Paolo e Gabriella fanno un lavoro eccezionale, grazie per quello che fate per i nostri ragazzi”.

“Vi abbiamo sentiti vicini in questa avventura. Eravamo lì per creare legami e invece abbiamo vinto e si sono aperte anche tante opportunità per i Guardastelle. Nei prossimi giorni verrà a trovarci una regista dalla Patagonia, perché vogliono conoscere da vicino il nostro lavoro. Cosa saremmo senza la pazienza delle famiglie che ci sono sempre e comunque. Ci lega questo filo rosso d’amore che ci tiene uniti tutti, legati dall’amore dell’uno per l’altro. Dovete continuare ad essere così dobbiamo guardare sempre con amore chi abbiamo accanto”, ha sottolineato Paolo Filippini.

 

 

Print Friendly, PDF & Email