Banco Alimentare/ Donati da Maas e Carabinieri otto tonnellate di frutta e ortaggi sequestrati

Quasi otto tonnellate frutta e ortaggi sono stati sequestrati, stamattina, dal nucleo operativo dei Carabinieri dicorret-frutta-e-ortaggi-per-il-banco-2 Paternò e consegnati gratuitamente al Banco Alimentare della Sicilia onlus. Si tratta di 789 cassette di mele, pere, avocado, mandarini, mango, melograni, cachi-mela, meloni gialli e insalata iceberg per un peso effettivo di 7.810 kg. La provenienza dei prodotti è quasi tutta spagnola, il resto arriva – ma si tratta di una piccola parte – da Brasile e Romania.
2-corret-frutta-e-ortaggi-per-il-bancoIl sequestro- informa una nota stampa del Banco – è avvenuto all’interno di uno dei box del MAAS (Mercati Agro Alimentari Sicilia) che, insieme ai Carabineri, ha deciso di destinare questi prodotti al Banco Alimentare. Nel verbale di consegna che abbiamo ricevuto è specificato: «Viene formalmente ceduta gratuitamente la quantità di frutta e verdura indicata in oggetto, già oggetto di sequestro effettuato in data odierna».

“Non siamo a conoscenza dei motivi del sequestro – ha dichiarato Domenico Messina direttore del Banco Alimentare della Sicilia onlus – ma siamo felici che il MAAS (Mercati Agro Alimentari Sicilia) e il nucleo operativo dei Carabinieri della compagnia di Paternò abbiano immediatamente pensato di destinare questi preziosissimi prodotti anche al Banco Alimentare. Non è la prima volta che il MAAS si dimostra sensibile verso di noi e questo ci aiuta moltissimo. La #Colletta2016 aveva registrato una piccola flessione nel capoluogo etneo rispetto ai dati del 2015. Ciò che oggi ci è stato donato – conclude Messina – compensa ampiamente quella flessione e ci consente di offrire, a chi non può, cibo preziosissimo ricco di vitamine”.

Già concluse le operazioni di registrazione, tra domani e dopodomani il Banco Alimentare della Sicilia onlus procederà alla distribuzione degli alimenti alle strutture caritative convenzionate.

 

Print Friendly, PDF & Email