Calatabiano / Domani il vescovo Raspanti inaugura il Museo del Castello

Vede la luce – si legge in una nota del Castello di Calatabiano srl – il completamento dell’azione museale intrapresa a seguito degli scavi del 2009.
I reperti ritrovati durante gli scavi al Castello e custoditi dalla Parrocchia di Calatabiano, per conto della Soprintendenza dei beni culturali di Catania infatti -, sono numerosi e di notevole pregio e svelano un’intensa vita che attraversa i secoli maniero stesso.
Da domani, 9 agosto 2019, è accessibile al pubblico il Museo del Castello con l’esposizione di alcuni tra i numerosi reperti ritrovati, tra cui la lucerna ellenistica a vernice nera e lo scodellone con fasce brune di età tardo-repubblicana.
“Mi preme ringraziare – afferma la dott.ssa Giusy Bosco, aministratore del Castello di Calatabiano srl – l’amministrazione che mi ha preceduto, la quale ha avuto il merito di iniziare il progetto museale, la Diocesi di Acireale e l’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero, che hanno sempre creduto e credono nelle potenzialità del Castello di Calatabiano, nonché la Soprintendenza dei beni Culturali di Catania che ha sapientemente guidato e coadiuvato il percorso”.
Il Castello di Calatabiano è aperto per l’accesso al Museo, le visite guidate, le mostre temporanee allestite di volta in volta presso la Sala d’Armi, la stagione concertistica nella magnifica sala Cruyllas e tutte le altre iniziative artistico-cuturali, tra cui il Geo tour and Fly, i laboratori creativi e non ultimi i percorsi del gusto, tra degustazione di vini e prodotti della terra di Sicilia, da mercoledì a domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20 nel periodo estivo, mentre dalle 9:30 alle 13.30 durante la stagione invernale.
Le aperture serali sono previste per gli eventi organizzati, dagli aperitivi tra luci e stelle, alla stagione concertistica curata dal maestro S. Cantone.
“Dulcis in fundo – sottolinea la Bosco – le celebrazioni eucaristiche che invitano alla contemplazione nella splendida Cappella Palatina”.
Il vescovo di Acireale, mons. Antonino Raspanti, domani alle ore 18,30 inaugura il Museo del Castello e presiede la celebrazione eucaristica nella cappella Palatina, alla presenza delle autorità locali e dei fedeli, pellegrini, visitatori e residenti che vorranno partecipare a questo felice momento del Castello e della Comunità diocesana.

Tweet 20