Calcio Catania / I rossazzurri deludono, il derby è del Messina

0
98

I rossazzurri deludono, il derby è del Messina. Alla fine a spuntala in una partita brutta e con poche azioni da gol è il Messina che grazie ad uno svarione difensivo del capitano Silvestri ha aperto la strada al gol di Emmausso.

Le formazioni in campo

Il Catania scende in campo con diverse novità disposte da Lucarelli ma confermando il 4-2-3-1. Livieri torna titolare tra i pali in campionato. La linea difensiva è composta da Castellini e Mazzotta sulle fasce, Curado e Silvestri centrali. A centrocampo Quaini con Zanellato alle spalle di Chiricò, Deli e Marsura. Terminale offensivo Dubickas con Di Carmine che parte dalla panchina e Sarao in tribuna.

I padroni di casa in campo con il 4-3-3. In porta c’è Fumagalli, con Salvo, Manetta, Pacciardi e Ortisi a completamento del pacchetto difensivo; in mediana operano Frisenna, Franco e Firenze; tridente offensivo formato da Ragusa, Plescia ed Emmausso.

La cronaca della gara

Le due squadre non si scoprono, ma sono gli etnei ad avere le chance migliori con Marsura e Dubickas, ma Pacciardi salva due volte sulla linea. Per i giallorossi tentativi di Frisenna e Ragusa che non inquadrano lo specchio della porta. Nella ripresa è il Messina a gestire il gioco e, per tre volte, Ragusa ha la palla del vantaggio ma spreca in malo modo. 

Al 26’ l’episodio decisivo: Zunno ruba palla a Silvestri e si presenta davanti a Livieri ma perde il tempo per battere a rete; la sfera arriva a Emmausso che, con un preciso destro, insacca. È l’1-0 che resiste fino al triplice fischio con il Messina che, davanti a oltre 6 mila spettatori, conquista la seconda, meritata, vittoria consecutiva e continua la corsa versa la zona salvezza.

L’analisi di Mister Lucarelli a fine gara

“Siamo stati disordinati e non abbiamo portato avanti un forcing organizzato: abbiamo sparacchiato palloni agevolando i difensori del Messina“. E’ l’analisi di Cristiano Lucarelli dopo la sconfitta del suo Catania nel derby col Messina.

Abbiamo fatto tante partite in pochi giorni e oggi purtroppo sono mancati per infortunio giocatori che stavano facendo bene in un momento importante – dice ripreso da TuttoB -. Probabilmente ho esagerato nel preparare i ragazzi sapendo cos’è Messina-Catania dalla parte giallorossa, tutto è stato molto più complicato”.

“Questa deve essere una partita educativa e forse viene nel momento giusto, all’interno di questa partita c’è tanto di tutto quello che non si deve fare: se la nostra è una squadra intelligente prende questa gara come esempio negativo per non sbagliare in futuro”, conclude.

Giovanni Rinzivillo

Print Friendly, PDF & Email