Calcio / Un eurogol di Zuppel tiene in corsa l’Acireale: 1-1 con il Real

0
85
Diego Zuppel
L'esultanza di Zuppel dopo il gol del pari granata

Zuppel-gol per la settima volta e l’Acireale (1-1 con il Real Casalnuovo) resta in corsa per i play off. Partita un tantino complicata per i granata, che hanno sofferto non poco un avversario di buona cifra. Ben messo in campo, il Real Casalnuovo ha padroneggiato il campo nella prima frazione di gioco. Orchestrata sulla fascia di mezzo dall’ex Bucolo, la squadra di Raffaele Esposito ha superato l’apparente impaccio iniziale, trovando subito l’ampiezza giusta per la sua manovra.

Acireale timido in avvio, il Real guadagna campo e mette paura

Di contro, l’Acireale, che pure era nella pienezza delle risorse, qualche difficoltà l’ha accusata, specie nella fase finale del primo tempo, quando la formazione ospite è riuscita a prendere il largo,  e non soltanto nel punteggio. Nel senso che il vantaggio dei campani  è stato il frutto di una crescente supremazia tattica oltre che di una leggerezza della retroguardia di casa, non sempre ben posizionata sull’out di destra lungo il quale Mario Piga faceva il bello e il cattivo tempo.

Mario PIga incontenibile, Zizzania nulla può sul diagonale di Sgambati: 0-1

Il gol di Sgambati, un diagonale chirurgico sul quale nulla ha potuto Zizzania, è parso insomma il giusto premio per un Real sicuramente più lesto a trovare i giusti equilibri sul campo con evidente prospettiva di sofferenza per l’undici di Marra. Che è obbligato a rivedere le scelte iniziali: fuori Lucchese per D’Alessandris, Palma diventa il motore del centrocampo. Zuppel ci prova, il suo affondo libera Cicirello, Rossi si supera e neutralizza. Ma non fai in tempo a cogliere il segnale di un undici di casa più determinato che la prospettiva si fa di nuovo buia.

Doppio giallo per Palma, Acireale in dieci, Marra lancia Di Mauro, Zuppel fa il resto: gol da cineteca per l’1-1

Palma si becca il secondo giallo e finisce anzitempo negli spogliatoi. Cifra tecnica del reparto di mezzo ai limiti bassi ma Marra ha la mano felice: Di Mauro affianca Cangemi e gioca una gran partita, specie in fase di contenimento. Il gol del pari? Arriva all’improvviso, fuori contesto quanto si voglia, ma è gol che esalta la platea granata: Zuppel, potenza fisica ed estro, sradica il pallone dai piedi di un avversario, sfonda letteralmente la linea difensiva ospite e poco prima del limite fa esplodere il suo sinistro: palla nel sette, 1-1, stadio in estasi: quando li vedi certi gol in Serie D?.

Pari che accontenta le due antagoniste, entrambe in gioco per i play off

Sullo slancio, l’undici di casa  tiene il campo e nulla concede ad un avversario che malcela la paura di subire il sorpasso. Girandola di sostituzioni, ma il corso della partita è già segnato: l’impressione è che, a quel punto, il pari accontenti tutti. Resta in gioco il Real (che ha giocato una partita in più dell’Acireale), resta in gioco la formazione di casa: partita a tre con il Sant’Agata, l’Acireale continua a crederci, nonostante tutto.

Giovanni Lo Faro

Print Friendly, PDF & Email