Calcio Catania / I rossazzurri ritornano alla vittoria contro il Messina

0
141

Quella odierna sarà la 31esima sfida tra Catania e Messina in terra etnea. Il bilancio al ‘Massimino’ è favorevole alla formazione rossazzurra che ha vinto in 21 occasioni, a fronte di cinque pareggi e quattro sconfitte.

Per l’undici di Zeoli la vittoria è di fondamentale importanza per mettere una seria ipoteca per evitare i playout dopo la sconfitta subita a Francavilla.

I precedenti contro il Messina

L’ultimo confronto al Cibali è quello del primo turno di Coppa Italia di Serie C e i rossazzurri si imposero per 2-1 con reti di Bocic e Sarao, mentre per i peloritani fu Ortisi ad accorciare.

Nel campionato di Serie C 2016/17, la sfida terminò 3-1 con tripletta di Di Grazia, mentre per i peloritani aveva ridotto le distanze Pozzebon.
L’ultimo pareggio è quello per 2-2 del campionato di Serie A 2006/07: ospiti avanti con Floccari, rimonta rossazzurra con Mascara e Spinesi e pari finale firmato da Cordova.

Per risalire all’ultimo successo del Messina al ‘Massimino’ bisogna invece ritornare indietro alla Coppa Italia 1960/61, per 1-2: vantaggio peloritano con Alicata, pari etneo di Castellazzi e rete decisiva di Landoni.

Le formazioni in campo

Catania con Furlan in porta, difesa a tre con Monaco, Kontek e Castellini. Centrocampo a cinque con esterni Bouah e Cicerelli, Peralta al centro supportato da Quaini e Zammarini. IN attacco Di Carmine e Cianci.

Modica schiera il Messina con un 4-2-3-1 in porta Fumagalli. Lia, manetta Pacciadi e Dumbravanu in difesa. Frisenna e Franco a centrocampo con Rosafio, Zunno e Ragusa a supporto dell’unica punta Plescia.

Prima frazione di gioco con il vantaggio del Catania, ripresa avara di emozioni

Grossa occasione per il Catania al minuto 9 con Peralta che serve un ottimo passaggio in area per Di Carmine, il tiro di quest’ultimo viene respinto fortunosamente da Fumagalli con i piedi, sugli sviluppi il Catania conquista un calcio di punizione.

Si incarica della battuta Cicerelli che direziona la sfera all’incrocio dei pali dove arriva con una parata incredibile Fumagalli.

Minuto 21 ed un giocatore del Messina colpisce di mano il pallone per l’arbitro è rigore! Si incarica della battuta Di Carmine che non fallisce degli undici metri. Catania in vantaggio!

Calcio d’angolo per il Catania al munito 27 Peralta direziona per Cianci che di testa manda di poco sopra la traversa.
Pericoloso il Messina al minuto 38 con una serie di batti e ribatti che a stento i difensori del Catania sono riusciti a contrastare per evitare che il pallone finisse in rete.

Traversa piena colpita da Cianci di testa all’inizio del secondo tempo, su splendido cross di Castellini!
Calcio di punizione dal limite per il Messina al minuto 68. Il tiro di Rosafio finisce di poco sopra la traversa.
I rossazzurri ritornano alla vittoria contro il Messina.

Giovanni Rinzivillo

 

 

Print Friendly, PDF & Email