Catania / Si conclude domani l’affollato “Salone dello studente”. Il sindaco Bianco: “Investire nei giovani”

Oltre 13 mila studenti hanno affollato ieri gli spazi del Centro Fieristico Congressuale Le Ciminiere nella prima giornata di Campus Orienta! Il Salone dello Studente, la manifestazione organizzata da Class Editori dedicata all’orientamento, che fino a domani, giovedì 17 dicembre, accoglierà i ragazzi degli istituti superiori di tutta la Sicilia chiamati a decidere sul proprio futuro.

La manifestazione – si legge in un comunicato stampa dell’organizzazione – si è aperta con la conferenza “Nel cantiere del futuro: il valore di una giusta scelta che ha visto la partecipazione di Enzo Bianco, sindaco di Catania, Nunzio Crimi, presidenza Centro Orientamento e Formazione dell’Università di Catania, Emilio Grasso, dirigente Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia per l’ambito territoriale di Catania, Alida Lo Coco, delegata del Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Dario Caroniti, presidente del Centro Orientamento e Placement dell’Università di Messina e Domenico Ioppolo, COO Campus Editori. Di seguito la sintesi di alcuni interventi:

Enzo Bianco, sindaco di Catania: “Il futuro di una comunità dipende da quanto investe nei giovani. Non dobbiamo essere solo conservatori ma dobbiamo convertire la nostra ricchezza e indirizzarla verso i ragazzi per guidarli nella scelta del percorso migliore. Le Ciminiere è un centro che sta conoscendo un nuovo presente, ospitando iniziative importanti come questo Salone, al quale gli studenti della città stanno partecipando con grande entusiasmo. Ringrazio, quindi, Campus Orienta; oggi abbiamo gettato le basi per una futura collaborazione”.corretto ConferenzaSaloneCatania (1296 x 864) (427 x 285)

Nunzio Crimi, Presidenza Centro Orientamento e Formazione dell’Università di Catania: Lo studente spesso emigra al nord o all’estero non perché le università del sud siano inferiori. I nostri laureati raggiungono vette di eccellenza in tutti gli ambiti mondiali. Il gap è spesso nell’attività di placement: l’università deve avvicinarsi al mondo del lavoro. L’impegno sinergico tra università, territorio, politica è essenziale per il risultato. In Sicilia spesso la sinergia non esiste nei programmi politici dedicati ai giovani. Un esempio ci è dato dalla Puglia che ha creato molte borse di studio post laurea per i ragazzi”.

Dario Caroniti, presidente del Centro Orientamento e Placement dell’Università di Messina: “Riuscire a orientarsi per i ragazzi è molto complesso anche perché le opportunità di scelta sono davvero ampie. La formazione necessita di una maggiore organizzazione e collaborazione tra scuola e le università e della disponibilità di queste ultime ad aprirsi al territorio, trovando accordi con le amministrazioni locali. Il Mezzogiorno dare arrivare alla svolta, dando importanza alla storia: le università siciliane, ad esempio, hanno più di 500 anni di vita. Questo per sottolineare l’importanza di far conoscere l’eccellenza dei nostri atenei. E’, altresì, importante che gli studenti facciano quello che amano, la laurea non vale solo come strumento”.

Alidia Lo Coco, delegata del Rettore dell’Università degli Studi di Palermo: “Il Salone rappresenta un’opportunità importantissima per i giovani siciliani che hanno anche quest’anno la possibilità di conoscere le offerte formative universitarie direttamente sul nostro territorio”.

Emilio Grasso, dirigente Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia: “Questa manifestazione è molto importante perchè serve a rafforzare nei ragazzi la capacità di conoscere le realtà universitarie e quelle del lavoro. L’orientamento inizia a scuola: con legge 128/2013 è diventato obbligatorio. Lo studente è chiamato a rafforzare le sue capacità di scelta, evolvere le sue attitudini, conoscere i cambiamenti. È importante che sappia coniugare la passione con la scelta universitaria per poi trovare uno sbocco occupazionale. Il Ministero dell’Istruzione ha emanato precise linee guida per formare lo studente nel costruire un suo programma di vita. Se abbiamo bravi medici, avvocati, artigiani, imprenditori, eccetera, tutta la società ne giova”.

Domenico Ioppolo, COO Campus Editori: “Qui in Sicilia siamo partiti tardi ma ora siamo giunti con orgoglio alla terza edizione del Salone di Catania, che negli anni si è rivelato uno dei principali Saloni d’Italia in termini di affluenza. Il Salone è un evento sempre più importante per l’orientamento universitario nel nostro Paese. Qui a Catania è stata fondamentale la collaborazione con l’Università e con il Comune che, con il loro sostegno, hanno permesso la buona riuscita di questa manifestazione”.

corr SaloneCatania (1296 x 864) (427 x 285)Successo anche per il dibattito che ha visto il coinvolgimento di circa 100 docenti presso il Teacher’s Corner, sull’Alternanza scuola-lavoro a cura del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ambito territoriale di Catania, e con la partecipazione della Camera di Commercio e di Confindustria.

Il Salone dello Studente di Catania è proseguito oggi con diversi appuntamenti dedicati alla formazione e all’orientamento professionale, un convegno sull’eccellenza degli Istituti Tecnici Superiori (Teacher’s corner) e un approfondimento sull’Innovazione e sulla Buona scuola 2.0 ( Sala Agorà).
Tra gli appuntamenti d idomani, giovedì 17 dicembre segnaliamo gli incontri “Una scelta che cambia la vita. Tua e degli altri” a cura del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale (Sala Galileo, ore 9.30), e “Studiare all’estero. Opportunità di studio, di formazione e di esperienze lavorative” a cura di Campus Editori.

Sempre giovedì si terranno inoltre il convegno dedicato alle possibilità di studio e di lavoro all’estero (Sala Agorà, ore 11) e la presentazione della ricerca “Teen’s Voice. Miti e valori dei giovani tra scuola, società e lavoro” svolta dalla Sapienza Università di Roma in collaborazione con il Salone dello Studente (Teacher’s Corner, ore 12).

A supporto della scelta post-diploma verranno inoltre offerti agli studenti simulazioni test di accesso alle facoltà a numero chiuso, presentazioni in aula delle offerte formative dei vari atenei presenti, workshop sul mondo del lavoro e colloqui singoli e di gruppo con psicologi dell’orientamento. Tutti i giorni si svolgerà, inoltre, l’incontro “ Erasmus in School: Il tuo futuro inizia qui!” a cura di Erasmus Student Network.

La manifestazione, che è ospitata dal Centro Fieristico Congressuale Le Ciminiere, uno dei più grandi laboratori di attività culturali ed artistiche della Sicilia, vedrà la partecipazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con i patrocini dell’Università di Catania, della Rappresentanza in Italia dell’Unione Europea e del Comune di Catania.

Campus Orienta è stato inoltre realizzato in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Gioventù e del Servizio Sociale, Erasmus Student Network, ASPIC e l’Università Telematica Pegaso. Partner dell’evento Unicredit e Poste Italiane. Media Partner: Radio Italia. L’ingresso al Salone è gratuito ma è necessario accreditarsi sul sito www.salonedellostudente.it

 

Print Friendly, PDF & Email