Catania / “Sulle orme di Vaccarini”: presentati oggi i luoghi della 23esima Giornate Fai di primavera

Sabato 21 e domenica 22 marzo 2015 si celebra in tante  città italiana la 23° edizione della “Giornata Fai di Primavera”.

“Sulle orme del Vaccarini”, è il tema scelto dalla delegazione Fai di Catania, che questa mattina ha presentato

Fulvia Caffo e Antonella Mandalà

Fulvia Caffo e Antonella Mandalà

l’iniziativa nel corso di una conferenza stampa presso la chiesa di S. Francesco Borgia alla quale erano presenti, tra gli altri, Antonella Mandalà, delegata Fai di Catania  e Fulvia Caffo, soprintendente ai beni culturali di Catania (clicca qui per scoprire i luoghi della 23° edizione). Gli apprendisti Ciceroni (studenti delle scuole elementari, medie e superiori), adeguatamente istruiti dei loro docenti e dai delegati  FAI, descriveranno alla cittadinanza le opere progettate dal grande architetto palermitano.

Il Fai (Fondo ambiente italiano) è una fondazione nazionale senza scopo di lucro, che dal 1975  ha salvato, restaurato e aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano. Oggi il Fai gestisce e mantiene vivi 41 tra castelli, ville, parchi storici, aree naturali e paesaggi di incontaminata bellezza, di cui 20 sono già stati aperti al pubblico dopo un lungo accurato e costoso  restauro.

Risale all’anno il finanziamento del restauro del chiosco liberty di piazza Leonardo Vigo di Acireale (accanto la fai 2basilica di San Sebastiano), i cui lavori procedono tutt’ora. Il chiosco con oltre 4200 preferenze si classificò nel 2014 al terzo posto in Sicilia tra i “Luoghi del cuore”, la classifica del Fai delle opere e dei beni da salvaguardare e riqualificare.

Le Giornate Fai di Primavera, si legge dal comunicato, sono finalizzate alla raccolta fondi utili ai lavori di restauro. In cambio vengono organizzate visite guidate di alcuni siti di particolare interesse storico e culturale, generalmente poco visitati o poco visitabili.