Cesi / L’acese Salvo Leotta confermato rappresentante diocesano del Laboratorio Socio Politico

0
76
Salvo Emanuele Leotta

Mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale e presidente della CESi (Conferenza episcopale siciliana), ha confermato l’acese dott. Salvo Emanuele Leotta (dirigente penitenziario) rappresentante della Diocesi di Acireale nel Laboratorio socio-politico della C.E.Si. per i prossimi cinque anni.

“Avendo apprezzato ciò che ha fatto nello svolgimento di questo compito e volendo dare seguito alla positiva esperienza che ha vissuto dichiara il vescovo Raspanti sono certo che continuerà a dare un valido e qualificato contributo ai lavori del Laboratori a beneficio del Vescovi e dell’intera azione pastorale delle nostre Chiese di Sicilia.

Salvo Emanuele Leotta rappresentante della Diocesi

Il Laboratorio sociopolitico della C.E.Si. è composto da un rappresentante per ogni diocesi nominato dal proprio vescovo. Comprende membri di comprovata competenza in campo sociale, economico e politico, impegnati in attività di carattere sociale sul territorio delle diocesi siciliane.

È concepito come uno strumento idoneo a sensibilizzare le coscienze, elaborando proposte concrete e mettendo in primo piano il protagonismo dei laici. Si tratta di una sorta di “think tank” che potrà fornire un ausilio tecnico-operativo di informazione, documentazione, studio e di orientamento. Al fine di analizzare i dati di fenomeni sociali, politici ed economici e di formulare ipotesi progettuali di lavoro alla luce della dottrina sociale della Chiesa.

Salvo Emanuele Leotta con Papa Francesco
Salvo Emanuele Leotta con Papa Francesco

Il laboratorio potrà proporre alla CESi, al vescovo delegato per la Pastorale Sociale e il Lavoro, mons. Giuseppe Marciante (Cefalù), e alle comunità territoriali e agli attori sociali di volta in volta realizzati report con esposizione dei risultati, dati analizzati ed iniziative di presentazione e comunicazione di progetti e proposte.

Tale impegno è volto al fine di contribuire alla elaborazione di un nuovo pensiero socio-politico. Di stimolare e promuovere la formazione politica ed elaborare percorsi di cittadinanza attiva. Con particolare riguardo alla riflessione e all’approfondimento da parte dei giovani su temi sensibili per le comunità di riferimento.

Uno strumento propedeutico alla Settimana sociale di Trieste

E’ uno strumento che potrebbe dare un contributo in termini di idee e di proposte già nell’alveo del cammino di avvicinamento alla prossima Settimana Sociale che avrà luogo a Trieste dal 3 al 7 luglio. Evento cui parteciperanno, inoltre, il vescovo A. Raspanti e don Orazio Tornabene, direttore diocesano dell’Ufficio pastorale competente insieme ad alcuni rappresentanti del progetto Policoro diocesano.

Il Laboratorio potrebbe, inoltre, catalizzare forze, attori, idee sui temi della democrazia e della partecipazione politica anche in seguito, in una prospettiva di medio e lungo termine su tutto il territorio siciliano.

Ufficio Comunicazioni sociali
Diocesi di Acireale

 

Print Friendly, PDF & Email