Cinema / Nations Award premia Kevin Spacey e guarda alla sostenibilità

0
58
Kevin Spacey

Si svolgerà a Taormina, dal 19 al 21 luglio il Nations Award che premia i grandi volti del cinema. La cerimonia finale di premiazione sarà ospitata nella splendida cornice del Teatro Antico di Taormina, in una serata di gala che vedrà in primo piano Kevin Spacey,  attore di fama mondiale, premiato lo scorso anno al Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Il Nations Award nasce negli anni ‘70 come punto di riferimento per il cinema nazionale e internazionale, con un premio che mette al centro la tutela dell’ambiente, coinvolgendo gli artisti a richiamare l’attenzione per un mondo più green e sostenibile.

L’evento è organizzato dal presidente Michel Curatolo e dal consulente artistico Marco Fallanca, sotto l’alto patrocinio del Senato della Repubblica e della Regione Siciliana. “Taormina è una delle più antiche sedi di celebrazioni cinematografiche in Italia – affermano gli organizzatori. Ed è un vero privilegio poter assistere a un saggio della performance di Kevin Spacey, uno dei grandi della recitazione del nostro tempo”.Nations award premia Kevin Spacey

Il Nations Award premia quest’anno Kevin Spacey

Kevin Spacey, nel corso della sua carriera ha vinto per due volte il Premio Oscar. Nel 1996 come miglior attore non protagonista per I soliti sospetti e nel 2000 come migliore attore protagonista per American Beauty. Dal 2013 al 2017 ha interpretato il ruolo di Frank Underwood, protagonista dell’acclamata serie televisiva “House of Cards- Gli intrighi del potere”, grazie al quale ha vinto un Golden Globe, due Screen Actors Guild Award e ha ottenuto cinque candidature consecutive al Premio Emmy.
Spacey ha ricoperto alcuni importanti ruoli sulle scene di Broadway e del West End, vincendo anche un Tony Award e un Laurence Olivier Award per le sue interpretazioni a teatro.

Il 21 luglio Doriana e Massimiliano Fuksas riceveranno il premio Cinematografico delle Nazioni alla carriera, per il loro essere punto di riferimento del design con un occhio sempre attento al delicato problema della sostenibilità ambientale.

Durante la tre giorni, si prevede una serie di eventi collaterali, incontri con registi, attori e professionisti del settore. Giornate arricchite da proiezioni speciali, workshop e dibattiti, con un fitto e ricco programma di eventi. Con “Thinkingreen” che accompagna e supporta, sul piano convegnistico, le attività, e vedrà protagonista aziende ed istituzioni nell’ambito delle tematiche ambientali.Nations Award 2024

Attenzione sull’ambiente

Tra i vari Panel dedicati,  nella Sala convegni NH Collection Hotel a Taormina, in apertura dei lavori, il 19 luglio, si parlerà di “Eolico offshore del mediterraneo: la possibile sfida industriale”. L’evento è promosso dal Dipartimento Energia della Regione Siciliana. Introduce e modera l’ing. Roberto Sannasardo, Energy Manager Regione Siciliana.  A seguire la dott.ssa Miriam Dalli, Ministro dell’Ambiente, Energia e Rigenerazione del  Grand Harbour.

Il tema principale sarà il modello Danese con l’intervento dell’Ambasciata di Danimarca e il progetto 7SeasMed offshore Marsala (CIP / Eni Plenitude / CdP Equity). A conclusione dei lavori, interverrà il  dirigente generale Dipartimento Energia, Calogero Giuseppe Burgio.

Nella giornata di sabato 20 luglio, nella stessa Sala convegni, ci sarà un altro panel sul tema che riguarda la Sicilia, dal titolo: “Siccità e Riuso delle acque, quali prospettive?” Interverrà il prof. Fabio Fatuzzo, Commissario Straordinario Unico per la depurazione. A seguire, Enrico Foti, professore di Idraulica, Università di Catania. Francesco Fatone, professore di Chimica ambientale, Università Politecnica delle Marche, Puccio Salvo, direttore generale del Comune di Messina. Mario Cassarà, dirigente del servizio Idrico Integrato e Dissalazione Regione Siciliana. Dario Cartabellotta, dirigente generale Dipartimento Agricoltura Regione Siciliana. Anna Carulli, presidente Fondazione Architetti nel Mediterraneo -Messina.

                                                                       Giusy Giacone

 

Print Friendly, PDF & Email