Il concerto di Morandi – 1 / Acireale incantata dalle canzoni d’amore per tutte le età

Oltre due ore di musica, il Pal’Art gremito, i fans scatenati a cantare e ballare al ritmo di melodie che fanno parte della storia della musica leggera italiana. Questo e tanto altro è stato il concerto di Gianni Morandi ad Acireale.
Unica tappa in Sicilia del nuovo tour, da poco iniziato, è stato un concerto, come ha detto lo stesso cantante, dedicato interamente all’amore, tranne per l’esecuzione dello storico brano “C’era un ragazzo” che per il contenuto del testo si discosta dal tema. La scaletta comprendeva oltre quaranta brani, tra nuove canzoni tratte dall’ultimo album, il quarantesimo, appena pubblicato dal titolo “D’amore d’autore” e tanti successi come, solo per citarne alcuni, “Se non avessi più te”, “Non son degno di te”, “Andavo a 100 all’ora” tra i brani storici fino ai più recenti “In amore” classificatosi al secondo posto al festival di Sanremo del 1995 ed eseguito con la cantante ed ex sua corista Barbara Cola, a “Banane e lampone” e “Si può dare di più” brano vincitore del festival di Sanremo del 1987. Morandi cantò quest’ultimo pezzo con Umberto Tozzi e Enrico Ruggeri. Molti i brani eseguiti tratti dall’ultimo album tra cui “Dobbiamo fare luce” testo di Luciano Ligabue, “Ultraleggero” di Ivano Fossati “Se ti sembra poco” brano scritto da Elisa e “Un solo abbraccio” con il testo scritto dal vincitore dell’ultimo festival di Sanremo, Ermal Meta.
Il cantante, sempre in splendida forma, e come sempre dimostrando meno dei suoi anni, è salito sul palco con una band di artisti romagnoli. Alberto Paderni alle batterie, Mattia Bigi al basso, Lele Leonardi ed Elia Garutti alle chitarre, Alessandro Magri alle tastiere, Simone D’Eusanio al violino, Francesco Montisaro al sax ed infine le due brave coriste che hanno duettato con il cantante  Lisa Manara e Augusta Trebeschi.
Durante il concerto, tra un brano e l’altro, il cantante ha avuto parole di affetto per la nostra terra, affermando che viene volentieri in Sicilia e che Acireale è diventata una tappa quasi d’obbligo dei suoi concerti in giro per l’Italia. Come non ricordare il concerto in coppia con Claudio Baglioni circa due anni fa e anche in quell’occasione il cantate emiliano non ha deluso il suo pubblico.
Una battuta scherzosa per sottolineare le prelibatezze della nostra cucina è stata quella riguardante il suo luculliano pasto prima del concerto serale a base di arancini e cannoli. Ma come Morandi stesso ha affermato è bastata una bella e salutare passeggiata per smaltire le calorie in eccesso ed essere pronto per il tanto atteso momento.
Alla fine della serata, dopo i saluti e i ringraziamenti di rito, si è soffermato a lungo per firmare autografi e scambiare qualche simpatica battuta con il pubblico che lo salutava e fotografava felice, in attesa di un prossimo successo, un prossimo album, un prossimo concerto nella nostra Acireale.

Gabriella Puleo

Print Friendly, PDF & Email