Concorso / Enologi e esperti a confronto. A luglio sull’Etna la prima edizione di “La Venere Callipigia”

Oltre ad essere una affascinante scultura marmorea di epoca romana conservata nel museo archeologico nazionale di Napoli, la Venere Callipigia è il nome della prima edizione del Concorso Enologico Nazionale.

Il concorso, autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e organizzato dall’Associazione Culturale no profit “Sicilia Pro Events”, si terrà dal 19 al 22 luglio 2018 nel comprensorio etneo. La sede prescelta per ospitare la kermesse enologica è quella delle Cantine Patria, a Solicchiata, piccola frazione di Castiglione di Sicilia in provincia di Catania. Il concorso gode del patrocinio dell’ente di ricerca e di certificazione dei vini Doc della regione Sicilia, dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio (Irvo), e dei Consorzi di tutela dei vini Doc Etna, Cerasuolo di Vittoria, Eloro e vini della Val di Noto, Sardegna, Soave (Veneto), Valcalepio (Lombardia), Bagnacavallo (Emilia Romagna) e di altri di cui l’elenco è in continuo aggiornamento. Potranno partecipare al concorso tutti i vini prodotti nelle regioni italiane, divise in varie categorie consultabili sul sito www.wineupexpo.it.

Faranno parte delle commissioni di degustazione enologi provenienti da ogni parte d’Italia, giornalisti ed esperti del settore.  A dirigere il concorso sarà l’enologo Giacomo Alberto Manzo, funzionario dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio della Regione Siciliana, mentre il ruolo di notaio sarà ricoperto da Giacomo Gagliano, direttore dell’Ispettorato Centrale della Qualità e Repressioni Frodi della Sicilia.  Le aziende vincitrici verranno inserite gratuitamente per un intero anno all’interno del portale www.wineapp.it.

Manuela Zanni (Cronache di Gusto)