CSI / Pasqua dello sportivo, passeggiata nella natura all’insegna dell’amicizia

“Una splendida giornata! Una camminata e un’atmosfera d’altri tempi”. Esordisce così Carlo, 40 anni, mano nella mano con il piccolo figlio Seby di 6 anni. “Per lui è praticamente la prima esperienza con tutta questa gente, all’aperto e sono contento che sia proprio con il CSI, lungo un percorso che affonda le radici nella nostra tradizione. E che rappresenta una delle tante risorse che potrebbero fiorire con il contributo di tutti noi”.

Le parole di Carlo restituiscono subito l’essenza della Pasqua dello Sportivo 2022. La gioia di ritrovarsi insieme, la scoperta di alcuni scorci di paesaggio e territorio nascosti. La capacità di unire insieme generazioni differenti accomunate dalla fede e dalla voglia di rimettersi in gioco. Sono solo alcuni degli elementi chiave di una passeggiata, ormai giunta alla quarta edizione, che richiama alla mente le tradizioni delle uscite più belle, tra parrocchia e oratorio, con cui molti acesi sono cresciuti e sono diventati uomini e donne del presente.partecipanti alla Pasqua dello sportivo

Oltre 200 partecipanti alla Pasqua dello Sportivo

La Pasqua dello Sportivo, per iniziativa del comitato CSI di Acireale in sinergia con la diocesi di Acireale ed il comune di Acicatena, ha visto mobilitarsi oltre 200 persone per un passeggiata non competitiva, con partenza dall’area archeologica di Santa Venera al Pozzo.
Attraverso la suggestiva via dei Mulini, la gioiosa carovana ha alternato canti e momenti di preghiera fino alla chiesa Madre di Acicatena. Qui il vescovo, mons. Raspanti ha celebrato la Santa Messa.

La manifestazione è stata ripresa in diretta streaming dai giovani di AC Watch e rimandata nel loro canale Facebook, da cui è possibile ricavare anche la registrazione.
“Ad Acicatena, è andato in onda il CSI nelle sue espressioni più belle e genuine, ne sentivamo davvero il bisogno! Queste giornate di primavera, sono il segno della tanta agognata rinascita che affidiamo in questa occasione alla Madonna della Catena.

Salvo Raffa e vescovo Raspanti
Al centro Salvo Raffa, alla sua sinistra il vescovo Raspanti

Pasqua dello Sportivo all’insegna dell’amicizia

Era da tempo il nostro sogno che ora si è realizzato: una bella giornata di sport all’insegna dell’amicizia più autentica” – così il presidente Salvatore Raffa. “Sentiamo il desiderio di esprimere tanti grazie, a cominciare da tutti i partecipanti. Grazie ai gruppi sportivi presenti e ai loro dirigenti, per l’impegno e la resistenza dimostrati, e al gruppo di lavoro del CSI di Acireale. Un grazie a monsignor Nino Raspanti per la sua presenza durante tutto il cammino  e per la Celebrazione Eucaristica che ci rende tutti fratelli seguaci di Cristo. Grazie perché oggi ci è stata offerta la possibilità di riprendere il cammino, dopo la lunga pandemia, nel migliore dei modi”.

Poco prima di arrivare ad Acicatena, incrociamo Teresa, 68 anni, che partecipa accompagnando i due nipotini impegnati per l’attività insieme ai compagni della scuola calcio: “Ricordo che la passeggiata nella zona dei mulini era una delle “scampagnate” che da piccola ci concedevamo la domenica, con i miei genitori. Oggi mi ha emozionato molto vedere in cammino con gioia il futuro della mia famiglia e della nostra città. Spero davvero che sia l’inizio di una rinascita, anzi, ci credo davvero”.

Salvo Tomarchio 

 

Print Friendly, PDF & Email