Diocesi / Rosario Di Bartolo e Sebastiano Guarrera, domani diaconi, parlano della loro vocazione

Sabato 29 febbraio, alle ore 18,30, nella Cattedrale di Acireale avrà luogo l’ordinazione diaconale dei seminaristi Rosario Di Bartolo, giovane molto impegnato della parrocchia Cattedrale, e di Sebastiano Guarrera, giovane molto devoto di Dagala del Re. Li abbiamo invitati ambedue a parlare della loro esperienza.
A quale età avete avvertito in modo chiaro la chiamata del Signore? E quando avete deciso che fosse giunta l’ora della risposta?                  Rosario –  A 17 anni ho cominciato a riflettere su cosa il Signore volesse da me; facevo parte dell’Azione Cattolica ed ero anche ministrante in Cattedrale. Piano, piano, con i consigli del direttore spirituale, ho capito d’essere chiamato al sacerdozio. Presa a scuola la maturità, ho avuto l’opportunità di lavorare prima in un autolavaggio, poi in un ristorante. Dopo aver riflettuto, ho preso la decisione di entrare in Seminario. Desideravo servire gli altri, non seguendo le mie passioni, ma al servizio della Chiesa.
Sebastiano – A nove anni, per la prima Comunione, guardando la figura del sacerdote, ho avuto il desiderio d’imitarlo; dopo tre – quattro anni, la Cresima. Poi, dopo la morte di mio padre, mi sono allontanato dalla Chiesa, ma dopo circa un anno, facevo parte dell’Azione Cattolica e su invito del parroco e degli stessi compagni, ritorno in parrocchia, anche come ministrante: desidero entrare in Seminario, grazie all’adorazione eucaristica, a cui ci invitava il parroco. Eccomi ora con questo abito talare.

Da sin. Sebastiano Guarrera e Rosario Di Bartolo

Nelle vostre parrocchie, quanto tempo è trascorso dall’ultima ordinazione diaconale di un parrocchiano?
Rosario –   In Cattedrale, circa vent’anni fa, fu padre Sebastiano Di Mauro.
Sebastiano – Ultimi, 56 anni fa, mons. Alfio Donzuso e padre Giuseppe Cardillo.
In Seminario, quali iniziative aiutano il giovane a capire la propria futura missione?
Sebastiano – Attraverso il servizio nelle parrocchie, dal terzo anno fino al sesto.
Il servizio nelle parrocchie come si svolge?
Rosario
–  Si parte con la catechesi d’iniziazione cristiana per i bambini. Al quarto anno, il lettorato, ministero diretto dal vescovo. Nel quinto, l’accolitato: distribuzione dell’Eucarestia, visita agli ammalati, portando l’Eucarestia; al sesto, il diaconato, dal greco ‘diaconia’, ovvero servizio: serviamo il popolo di Dio, con l’amministrazione dei riti del battesimo, del matrimonio, delle esequie.
Auguriamo ai  giovani Rosario e Seby di seguire con slancio la propria missione.

                                                                                                  Anna Bella                                                                                       

Print Friendly, PDF & Email