Diocesi / Sempre più in alto. Il ricordo di Padre Salvatore Strano a Dagala del Re

Sempre più in alto. Con questo motto la comunità diocesana ricorda la figura di padre Salvatore Strano, sacerdote originario di Dagala del Re. Una celebrazione eucaristica verrà celebrata sabato 15 febbraio 2020 alle 18 presso la parrocchia Maria SS. Immacolata di Dagala del Re a Santa Venerina per fare memoria del giorno della sua nascita. Presiederà la Messa il vicario generale mons. Giovanni Mammino il quale, al termine della funzione religiosa, farà un intervento commemorativo su “La scalata della santità nella vita del sacerdote Salvatore Strano”. L’evento si terrà presso il salone parrocchiale di via Trieste n°166 ed è promosso dal Centro diocesano per le vocazioni diretto da don Santo Leonardi, nonché parroco di Dagala del Re e Monacella in Santa Venerina.

Qualche accenno su Padre Salvatore Strano (nella foto)

Nato a Giarre (allora la frazione dagalese ricadeva sotto questo comune) il 19 Febbraio del 1927, fu ordinato Sacerdote da S.E.R. Mons. Salvatore Russo il 2 Luglio 1950. Svolse dapprima il ministero di Vicario Parrocchiale presso la Chiesa Madre di Giarre, quindi fu inviato a Roma a proseguire gli studi in Teologia. Rientrato in Diocesi fu nominato Direttore Spirituale del Seminario diocesano. Nel 1981 fu chiamato a svolgere il delicato Ufficio di Canonico Penitenziere della Basilica Cattedrale, ministero che svolse con scrupolosa puntualità e dedizione fino al 2008, anno in cui rinunciò per motivi di salute.

L’amore per il Sacerdozio lo indusse a prodigarsi per una efficace pastorale vocazionale, accompagnando all’Ordine Sacro tanti giovani, attraverso il discernimento e la direzione spirituale. Fu illuminato confessore di Istituti Religiosi Femminili e di tanti laici che a lui accorrevano.

d.s.