Europei di Calcio / I dragoni gallesi sognano la semifinale: stasera la sfida col Belgio

bale belgio

Dopo la vittoria di ieri sera ai tiri di rigore del Portogallo di Cristiano Ronaldo sulla Polonia di Robert Lewandowski, continua stasera la rassegna dei quarti di finale di Euro 2016. L’appuntamento è alle ore 21:00 allo  Stadio Pierre Mauroy di Lille, dove si sfideranno Belgio e Galles. Guai per l’allenatore belga, Marc Wilmots, a sottovalutare questo Galles, dimostratosi cliente ben più pericoloso di quello che era lecito attendersi. Non sempre la fama, la gloria ed il ranking confermano gli esiti. Ne sa qualcosa Hodgson e la sua Inghilterra, fuori da Euro 2016 per via della nazionale islandese, mai affacciatasi prima ad un torneo calcistico internazionale.

Troppo semplicistico ridurre la sfida di stasera tra i diavoli rossi e la sorprendente nazionale guidata da Chris Coleman al confrontro tra Eden Hazard e Gareth Bale. Se da un lato è vero che il talento del Chelsea ha dato spettacolo agli ottavi di finale contro l’Ungheria e che il tornado Bale, con tre gol all’attivo sino ad adesso, è risultato quanto mai determinante per la già straordinaria esperienza gallese ad Euro 2016, è altrettanto vero che i diavoli rossi possono contare sull’apporto di una schiera di ottimi calciatori (Witsel, Nainggolan, De Bruyne, Mertens in primis) e che il Galles, al di là della sua stella più preziosa, ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per continuare a stupire in questi campionati europei.

Non è la prima volta che le due nazionali si incontrano in match ufficiali e le statistiche, a sorpresa, parlano a favore dei Dragoni. Entrambe hanno ottenuto la qualificazione alla fase finale di Euro 2016 classificandosi nelle prime due posizioni del Girone B. Nei due incontri disputati, i diavoli rossi sono stati bloccati in casa sullo 0-0 da Bale e compagni e hanno perso per 1-0  nella partita di ritorno, disputata a Cardiff.

Il cammino ad Euro 2016 del  Galles, è stato davvero pregevole. Vittoria un po’ fortunosa con la Slovacchia, sconfitta in extremis (e forse immeritata) contro l’Inghilterra e prestazione super contro la Russia nel girone di qualificazione. Agli ottavi di finale, la formazione di Coleman è apparsa meno brillante del solito e ha superato i rivali nordirlandesi per 1-0, grazie alla sfortunata autorete di McAuley.

L’avventura europea dei diavoli rossi si è aperta invece come peggio non poteva: sconfitta senza appello per 2-0 contro l’Italia di Antonio Conte, autore quest’ultimo di una lezione tattica in piena regola al collega belga. Dimenticata la débâcle con gli azzurri, il Belgio è cresciuto sempre più, regalando tre convincenti vittorie al suo pubblico contro Irlanda, Svezia e Ungheria e senza subire reti.

Quanto al match di stasera, Wilmots dovrebbe affidarsi ad un 4-2-3-1, con Courtois in porta, e con Meunier-Vertoghen come esterni difensivi. Al centro, insieme con Alderweireld dovrebbe giocare Jason Denayer al posto dello squalificato Thomas Vermaelen. Davanti la linea della difesa spazio poi a Witsel e Nainggolan, mentre alle spalle di Lukaku unica punta giocherà il trio delle meraviglie composto da Mertens, Hazard e De Bruyne.

Il Galles di Coleman si schiererà con tutta probabilità col 5-3-2 con ChesterWilliams, Davies, Gunter e Talyor a protezione dell’estremo difensore Hennessey. Il muro del centrocampo sarà composto da Ledley, Allen e Ramsey, mentre in attacco confermata la coppia VokesBale.

Un match esaltante, quello che milioni di tifosi e appassionati seguiranno stasera. La posta in palio, altissima, è la semifinale contro il Portogallo. Entrambe le squadre sono assetate di vittoria: il Belgio per andare avanti e scrivere il suo nome nell’albo d’oro degli Europei, il Galles per continuare un sogno che, mattone dopo mattone, sembra sempre più vicino.

Gabriele Pulvirenti

Probabili formazioni:

Galles (5-3-2): Hennessey; Gunter, Chester, A.Williams, B.Davies, N.Taylor; Allen, Ledley, Ramsey; Bale, Vokes.

Belgio (4-2-3-1): Courtois; Meunier, Alderweireld, Denayer, J.Lukaku; Witsel, Nainggolan; Mertens, De Bruyne, Hazard; R.Lukaku
Squalificati: nessuno – Diffidati: Vertonghen, Meunier, Witsel, Fellaini, Batshuayi

Print Friendly, PDF & Email